20 modi in cui God Of War ha cambiato gli dei nordici in meglio (o peggio)

Da quando è stato rilasciato il 20 aprile 2018, il più recente Dio della guerra il gioco ha ricevuto continuamente valutazioni elevate. Ha ricevuto una valutazione di 10 stelle da IGN e ha una classifica Metacritic del 94%. Il gioco è stato anche classificato al quinto posto nella classifica Forbes dei sette giochi più grandi del 2018 e abbiamo scritto di quanto sia bello qui su CBR! Allontanandosi dai legami con la mitologia greca trovati nei primi giochi, alla fine di end God of War III , Kratos scompare in un luogo sconosciuto. Questa volta, Kratos, accompagnato dal suo giovane figlio Atreus, deve affrontare gli dei nordici - e tutto il dramma che ne deriva - per completare la loro ricerca. Ma non tutti questi incontri sono proprio come potrebbero aspettarsi gli appassionati di storia e gli amanti della mitologia.

Molto prima che i Vichinghi fossero in giro, ci sono resoconti e prove di abitanti nordici che adorano il proprio gruppo di dei. Proprio come le loro controparti greche, romane ed egiziane, ogni dio nordico ricopriva una serie specifica di ruoli. Odino, come Zeus, Giove e Ra, era il Padre di Tutto e il sorvegliante. Certo, il recente videogioco ha interpretato questi ruoli con licenza creativa e libertà artistiche. Come per tutti i giochi e le interpretazioni di opere classiche e leggende, alcune di queste libertà hanno reso i fan estremamente felici... e altre meno. Per tutti gli appassionati di mitologia là fuori, questo è per te. Oggi daremo un'occhiata a 10 modi Dio della guerra ha cambiato questa tradizione in meglio e 10 modi in cui è stata cambiata in peggio.



*Attenzione: ci sono spoiler!*

attacco a titano cosa c'è nel seminterrato?

ventiMEGLIO: REGINA DI DIO FORTE E INDIPENDENTE

Così tante persone amano vedere una donna che è pienamente in grado di prendersi cura di se stessa e Freya non fa eccezione. Sebbene la sua storia passata nel gioco differisca dalla tradizione tradizionale, che verrà evidenziata in seguito, è più forte e più indipendente che mai.

Nel gioco, è costretta a provvedere a se stessa per anni, e non ha problemi a farlo. Nei miti norreni tradizionali, è la dea dell'amore e della bellezza ed è tipicamente raffigurata come molto domestica. Questa versione di Freya è una testimonianza del fatto che una bella donna può anche essere forte.



19PEGGIO: NON COS NOT LUMINOSO DIO DELLA LUCE

Baldur è il dio della luce, dell'allegria ed è veramente puro di cuore. Almeno, è così che è stato ritratto nel corso della storia. Il Edda in prosa , scritto da uno studioso islandese, si dice sia la base per interpretare i personaggi di tutti i miti norreni. Questa fonte letteraria descrive Baldur come passivo, amorevole e amato.

Il suo Dio della guerra controparte, invece, è tutt'altro che questo. Come uno dei principali antagonisti in questa aggiunta alla serie, Baldur è ritratto come arrabbiato e vendicativo. Certo, questo cambiamento nelle caratteristiche facilita molti aspetti della trama. Per chi ha familiarità con i miti originali, tuttavia, anche questo cambiamento risulta un po' troppo inautentico.

18MEGLIO: UN TOCCO CHIAVE BASSO

Con la crescente popolarità di film e franchise come I Vendicatori , non è davvero una sorpresa che Loki sia diventato il personaggio norreno preferito da così tanti. Il dio del male e del caos è il modo in cui Loki si inserisce nella sacra famiglia nordica. Sembra che tu possa sempre contare su Loki per scuotere la trama con qualche colpo di scena inaspettato o altro.



Dio della guerra non fa eccezione al carattere di Loki, solo alla sua identità. Anche allora, è un cambiamento che è ancora magnificamente allineato con il mito classico. Loki è ancora il figlio del dio della guerra. Impostandolo come Atreus piuttosto che come figlio di Odino, il gioco aggiunge una nuova svolta contemporanea e un seguito per il futuro Dio della guerra rate.

17PEGGIO: LA NATURA DEL PADRE TUTTO

Odino, il padre di tutti gli dei nordici, è tipicamente raffigurato come avente caratteristiche più positive di quelle negative. È vero che era davvero un dio della guerra e della battaglia, ma era anche il dio della saggezza, della guarigione, della conoscenza e della poesia. Nei miti originali, era spesso da solo e si preoccupava molto poco degli altri, e quando lo fa è molto elitario.

Nel Dio della guerra, sebbene non sia presente fisicamente molto spesso, il suo carattere è molto diverso. Durante il gioco, ci sono varie interazioni e politiche che gli vengono attribuite. Tutti questi lo ritraggono come estremamente coinvolto, esclusivo e amaro.

16MEGLIO: FRATELLI DI SANGUE

Tradizionalmente, Thor è il figlio di Odino e Jord, un'oscura dea della Terra che non appare in nessun grande mito. Il gioco si è mantenuto con i miti originali nel mantenere Baldur come figlio di Odino e della sua moglie principale, Freya. C'è molto da dire per la semplificazione di questo rapporto.

Dal momento che Jord è raramente menzionato se non come la madre di Thor, ha senso lasciarla fuori dalla tradizione principale di Dio della guerra . Ci si aspetta solo che un gioco non sia in grado di includere tutti i personaggi minori della mitologia. Jord semplicemente non ha un ruolo abbastanza importante per fare il taglio.

quindiciPEGGIO: UN TRADIMENTO ANOMALO

Un altro importante cambiamento alle caratteristiche principali di qualcuno che viene introdotto in Dio della guerra riguarda Freya. Come dea dell'amore e della fertilità, spesso non è raffigurata come monogama. Ciò non significa, tuttavia, che sia sleale o che amasse di meno Odino. Anzi, in molte occasioni dimostra il contrario.

Nel Edda in prosa , si dice che ogni volta che Odino se ne va, si può trovare Freya che piange per la sua partenza. Considerando la frequenza dei suoi viaggi da solista, probabilmente si trova spesso a lamentarsi della sua partenza. Con questa consapevolezza, Freya essere bandita dal suo cuore smarrito non ha senso.

14PEGGIO: I GRANDI TRE

La maggior parte delle mitologie principali contiene la propria versione dei Tre Grandi. Per i greci era Zeus, Poseidone e Ade. Le loro controparti romane erano Giove, Nettuno e Plutone. Anche gli egiziani avevano Ra, Osiride e Horus. I miti norreni non facevano eccezione. La loro versione dei Tre Grandi includeva Odino e i suoi fratelli, Vili e Ve.

Vili era il Dio della motivazione e Ve era il Dio creatore. Entrambi avrebbero fatto grandi aggiunte di personaggi a Dio della guerra . Con il minimo di Odino nel gioco, non sorprende che anche i suoi fratelli fossero assenti, ma sarebbe stato bello almeno sentirne parlare.

13MEGLIO: LA REGINA DELLA VALKYRIE

Le valchirie sono sempre state forti guerriere nella mitologia norrena. A volte sono descritti come amorevoli e misericordiosi. In altri casi sono descritti come qualcosa di più che un po' maligni. Qualunque sia l'insieme di caratteristiche a cui si fa riferimento, una cosa è certa è quanto siano vitali per la cultura mitologica.

cosa ha detto fury a thor?

Oltre a rendere Freya una donna forte e indipendente da sola, Dio della guerra la associa anche come la regina delle valchirie. Trovano un modo per potenziarla ulteriormente non solo rendendola epica da sola. Essere il leader, ex o meno, del gruppo di donne più potente in una cultura significa molto.

12PEGGIO: QUESTIONI DI FAMIGLIA

L'albero genealogico della divinità nordica è tutto incasinato, non importa come viene rappresentato. Non ci sono davvero due modi per farlo. Tuttavia, ci sono alcune relazioni che di solito sono standard indipendentemente dal mito. Alcune di queste relazioni sono sottilmente modificate da Dio della guerra, come l'identità di Loki e Thor e Baldur essendo fratelli di sangue pieno.

Tuttavia, ci sono molte altre relazioni che vengono ignorate completamente o modificate dinamicamente non solo di poco. Alcune di queste relazioni sono menzionate altrove in questo elenco. Per questo motivo, alcuni potrebbero obiettare che il gioco ha ignorato un po' troppo l'albero genealogico tradizionale.

undiciMEGLIO: GOVERNATORI DEL CIELO

La comunicazione è sempre una buona caratteristica da avere e la capacità di comunicare in modo interculturale è un bellissimo dono. Nella mitologia tradizionale, è sempre sembrato che le divinità di ogni cultura, i governanti di ogni paradiso per così dire, siano strettamente separate. Non ci sono mai state prove che un gruppo di dei comunicasse con un altro.

Cioè, non c'è mai stata alcuna prova di ciò fino a quando Dio della guerra. Se Kratos si è nascosto con successo per almeno 10 anni - perché Atreus non può avere meno di 10 anni - allora si deve presumere che gli dei greci non fossero a conoscenza di dove si trovasse. Il fatto che Atena si presenti in questo gioco è solo la prova che in qualche modo gli dei nordici le hanno fatto sapere dove si trovava.

10PEGGIO: IN trappola

Mentre Dio della guerra segue la tradizione nel rianimare la testa mozzata di un prigioniero Mimir, ha cambiato un aspetto cruciale. Nei miti originali, Mimir era un ostaggio di una tribù di dei in guerra. Quando è arrivato, lo hanno decapitato e hanno restituito la testa a Odino come una dichiarazione.

Modificando questa storia nel videogioco, si perde gran parte della tradizione. Cambiare la prigionia di Mimir per essere il risultato della rabbia di Odino, piuttosto che riconoscerlo come un consigliere fidato per sempre del Padre di Tutto, può essere attribuito al cambiamento nella natura di Odino menzionato in precedenza. È più probabile che un dio amaro lo faccia a un ex amico piuttosto che a uno non amaro, dopotutto.

9MEGLIO: MINORE ASPETTO

C'è stato molto amore per Thor e Loki che è sorto negli ultimi sette anni circa, dal film Thor è stato rilasciato. Con tutto questo clamore intorno a quei due personaggi, sarebbe stato molto facile rendere Thor uno dei personaggi principali. I creatori di Dio della guerra ha deciso contro questo, però, e questo è stato per il meglio.

Rendendo Thor solo un personaggio minore ed evidenziando i ruoli di Baldur, consentono di esplorare molto di più della tradizione. Thor, pur essendo un ragazzo generalmente ammirevole, è al centro della scena in molti miti e questo non si è fermato negli ultimi anni. È bello vedere che il focus cambia.

8PEGGIO: NESSUNA CONCORRENZA

C'è un aspetto negativo della mancanza della presenza di Thor in Dio della guerra . Questa è la generale mancanza di competizione di Kratos per il ruolo effettivo di God of War in questa cultura. Naturalmente, ci sono pochi altri oltre a Thor che potrebbero aver fornito questo. Odino è il dio della battaglia e Tyr, la cui relazione con gli altri due è un po' contorta, era anche un dio della guerra.

Hanno usato Baldur come una sorta di sostituto per questo, ma non ha lo stesso effetto. Baldur non è mai stato un God of War, quindi parte della potenza non può esistere in quell'animosità.

7MEGLIO: IL VEGGENTE

Il reclutamento di Mimir nella missione in cui sono impegnati Kratos e Atreus non è tradizionale. Ciò non significa che il suo ruolo nel gioco fosse tutt'altro che critico. Il fatto che Dio della guerra ha reso Mimir un personaggio così importante dà loro alcuni punti importanti. Aggiunge un ruolo funzionale e molta personalità.

Non è la parte più importante della mitologia norrena tradizionale, ma è un personaggio importante. Così tanti miti in così tante culture hanno un veggente. Questo veggente è uno su cui i personaggi principali dipendono così tanto. Portare Mimir in Dio della guerra ricoprire quel ruolo è stata la scelta perfetta.

6PEGGIO: CUSTODE DEL BIFROST

Un altro ruolo che avrebbe potuto essere ricoperto era quello del veggente. Anche se non è il ruolo che ha interpretato, sarebbe stato bello vedere Heimdall ad un certo punto in Dio della guerra. Heimdall, a dispetto di quanto si potrebbe ipotizzare attraverso rappresentazioni moderne, è infatti annoverato tra gli dei di Asgard.

Un altro figlio di Odino, Heimdall è il Dio Guardiano e il Guardiano del Bifrost. Questa Strada Arcobaleno collega i Nove Regni. Il Bifrost si è presentato in tutto il suo classico splendore, anche senza il suo tutore. Questa assenza può essere semplicemente spiegata dal non voler aggiungere troppi personaggi in quanto potrebbe aver distratto dal gioco.

5MEGLIO: CONSIGLIO DI GUERRA

Con tanti cambiamenti di carattere che sono stati elencati sotto gli aspetti negativi qui, il credito deve essere dato dove è dovuto il credito. Insieme all'indipendenza di Freya, la sicurezza di Baldur brilla come tratto caratteriale migliorato. Nei miti, il Dio della Gioia non sempre si assume la responsabilità di farsi avanti e prendere l'iniziativa.

Nel Dio della guerra , tuttavia, non è affatto così. Il gioco fa di Baldur il capo degli Æsir, il consiglio di guerra degli dei e il loro circolo di comando. In tal modo, i creatori del gioco assumono la vera proprietà degli altri cambiamenti caratteristici che apportano con lui.

4PEGGIO: IL DESTINO DELLE VALKYRIE

Le Valchirie sono guerriere forti e fiere. Sono protettori. Sono leader sul campo di battaglia. A loro vengono anche date varie posizioni nell'albero genealogico divino, a seconda del mito. Tuttavia, c'è un po' di dissonanza riguardo alle loro caratteristiche guida, come abbiamo detto prima. Anche con ciò detto, più resoconti li dipingono come bonari che spietati.

Vedere un tale caos e odio tra creature così maestose è straziante. Certo, bisogna tener conto del fatto che erano posseduti e intrappolati. Tuttavia, sembra che questo sia stato più per costruire una buona battaglia contro il boss che per un effettivo contributo alla trama.

3MEGLIO: PERSONALITÀ UNICA

In precedenza in questo elenco, si è discusso di come l'albero genealogico degli dei sia un vero e proprio pasticcio. Uno dei motivi per cui è vero è a causa di tutte le molteplici versioni della stessa persona. Sebbene queste versioni esistano indipendentemente in vari miti, le loro personalità e i loro racconti sono troppo simili per essere persone diverse.

Una di queste dee a più interpretazioni è la stessa Freya. In effetti, gran parte del Dio della guerra il ritratto di Freya in realtà rende omaggio alla sua altra forma, Frigg. Sebbene siano classificate tecnicamente come due dee separate, a tutti gli effetti sono le stesse. È positivo che la tradizione del gioco si sia concentrata solo sulla versione più conosciuta.

DuePEGGIO: CHI VENDERÀ?

Gran parte della morte di Baldur è rimasta alla pari con il mito tradizionale. Dopo aver ascoltato le profezie sulla sua morte, sua madre lo benedisse in modo che fosse immortale e non potesse essere danneggiato in alcun modo. Questi effetti sono durati per molti anni. In effetti, durarono fino a quando Loki scoprì che l'unica cosa che non rispettava il giuramento di Freya era il vischio.

Avere Atreus, nientemeno che lo stesso Loki, ferire Baldur è stato grandioso. Tuttavia, il fatto che la morte di Baldur sia il vero catalizzatore di Ragnarok sembra implicare che sarebbero il più fedeli possibile a ogni parte di quella storia. Un aspetto chiave che tralasciano è che suo fratello Vali dovrebbe vendicare immediatamente la sua morte. Sarebbe stato bello da vedere.

birra di zucca weyerbacher

1MEGLIO: RAGNAROK

Questo punto finale è direttamente in riferimento sia al finale standard di standard Dio della guerra così come il finale segreto. Sebbene abbiano lasciato Vali fuori dal catalizzatore Ragnarok, queste altre scelte potrebbero compensare. Uno di questi è la scelta di rendere Atreus davvero Loki, come abbiamo detto prima.

L'altra scelta stellare fatta dai creatori del gioco arriva nel finale segreto. Avere Thor che si presenta a casa di Kratos e Atreus è un vero momento di caduta del microfono. Riportandolo nella mischia proprio mentre Ragnarok sta iniziando, lasciano sicuramente tutti ad anticipare di più e ad aspettare il prossimo gioco.



Scelta Del Redattore


Inuyasha e Kikyo è il romanticismo feudale che ci siamo meritati

Notizie Sugli Anime


Inuyasha e Kikyo è il romanticismo feudale che ci siamo meritati

Inuyasha e Kikyo sono ben noti per la loro storia d'amore condannata nell'iconica serie Inuyasha di Rumiko Takahashi. E se invece Kikyo fosse vissuto?

Per Saperne Di Più
10 manga con gli stili artistici più unici

Elenchi


10 manga con gli stili artistici più unici

La diversità e gli stili sono in gran parte dovuti agli innumerevoli artisti manga innovativi che portano il proprio stile e personalità alle loro serie.

Per Saperne Di Più