Card Captor Sakura: la serie originale non ha mai dato a Sakura un cattivo davvero eccezionale

Che Film Vedere?
 

Card Captor Sakura parla di una ragazza della scuola elementare di nome Sakura Kinomoto che deve riconquistare tutte le Clow Cards, carte magiche che hanno abilità speciali, che può quindi rilasciare per aiutarla in battaglia. Nel processo, incontra molti ostacoli, comprese le carte che spesso creano problemi a scuola, a casa o in altri spazi pubblici, così come i suoi problemi personali, come cercare di affrontare la scuola e le sue relazioni. Alla fine delle due stagioni dell'anime originale, Sakura affronta due potenti esseri magici che escogitano prove che favoriscono la sua crescita magica.



Tuttavia, questi esseri non erano in realtà nemici dei suoi, il che significa che non abbiamo mai avuto un vero cattivo nella serie originale, e ne abbiamo avuto solo uno nella Cancella carta arco che è venuto dopo. Sakura ne aveva bisogno? O sono bastati gli episodi finali delle due stagioni per convincerci della sua forza e del suo sviluppo senza uno? Diamo un'occhiata ai primi due avversari che Sakura ha affrontato nella serie originale per scoprirlo.



Sakura contro Yue

Nella prima stagione, Sakura stava appena iniziando a imparare Magia ed era incline a commettere molti errori che avevano alcune gravi conseguenze. Ma con il passare degli episodi, è diventata più abile nell'usare le carte in modo più efficace ed è diventata davvero sua. Nell'episodio finale, combatte contro Yue nel Giudizio Finale, in cui determina se è abbastanza degna o meno da diventare il Maestro delle Carte. Se fallisce, tutti perderebbero tutti i ricordi relativi alle Clow Cards. Poiché Sakura lo ha conosciuto solo come Yukito, il ragazzo della porta accanto, fa del suo meglio per evitare di ferirlo. Alla fine, Sakura è in grado di mettersi alla prova con Yue, a prescindere.

La perdita di memoria, anche se devastante - evidenziata quando Sakura immagina come sarebbe la sua vita senza i suoi ricordi delle Clow Cards - non è una posta in gioco così alta come potrebbe essere. E alla fine, la crescita magica di Sakura non è realmente causata dalla sua lotta con Yue: alza semplicemente la sua bacchetta e si trasforma magicamente in una punta a forma di stella. Yue era solo lì unicamente allo scopo di metterla alla prova. In questo modo, la crescita di Sakura sembra forzata piuttosto che sviluppata in modo organico.

RELAZIONATO: 5 Trash Shojo Manga per Quando brami il dramma Dra



Sakura contro Eriol

La stagione successiva, Sakura incontra un nuovo studente di nome Eriol Hiiragizawa che si rivela essere una reincarnazione dello spirito di Clow Reed. Invece di combatterla, le lancia una sfida: trasformare le ultime otto carte Clow in carte Sakura per diventare la vera Maestro . Se non lo fa, il mondo cadrà in un sonno eterno.

Simile alla stagione 1, non c'è lotta tra Sakura ed Eriol, con il conflitto più tra Sakura e le carte quando si rifiutano di trasformarsi in carte Sakura. Eriol non fa molto se non osservare, non agendo mai come una vera minaccia per Sakura perché non l'avrebbe mai fermata attivamente.

Anche se il finale di questa stagione è stato molto soddisfacente rispetto all'ultimo, con Sakura che ha fatto affidamento sui punti di forza combinati di Yue, Kero e Syaoran per trasformare finalmente le carte rimanenti in carte Sakura, è stato comunque piuttosto deludente. La rivelazione che Eriol fosse Clow Reed, così come il pericolo di mettere tutti nel sonno eterno, avrebbe reso l'ambiente perfetto per un ultimo combattimento tra l'ex e l'attuale maestro, ma invece è stato usato di nuovo come un momento di insegnamento che non veramente insegnare a Sakura qualcosa di diverso dal fatto che non è sola - un fatto che aveva già abbracciato.



CORRELATO: Quale nuovo protagonista di Shonen Jump ha la vita PEGGIORE?

Sakura aveva bisogno di un vero cattivo?

Inutile dire che non c'è davvero bisogno di avere un cattivo per avere una grande storia, ma la crescita di Sakura sia nel suo personaggio che nella sua magia avrebbe beneficiato enormemente della lotta contro un vero cattivo. L'avrebbe davvero costretta a scavare a fondo nei suoi poteri per vedere quanto è migliorata dal giorno 1, dall'armeggiare alla cattura delle carte per poterle usare senza problemi come modo per combattere da sola. Card Captor Sakura: Clear Card ci ha dato quella resa dei conti, ma avrebbe dovuto essercene uno anche nell'originale.

Ogni carta catturata da Sakura dimostra la sua continua crescita come maga, quindi non era necessario che Yue ed Eriol organizzassero una prova finale per lei. Yue ed Eriol erano sempre stati suoi alleati, anche quando non sembrava che fossero all'inizio. Se volevano che lei dimostrasse il suo valore, avrebbero potuto litigare a tutto campo con lei e lasciare che le sue abilità e abilità parlassero da sole. Non avevamo bisogno di giudizi finali; invece, avevamo bisogno che Sakura si confrontasse con un vero cattivo per mostrare veramente quanto fosse cresciuta.

CONTINUA A LEGGERE: Boruto: Gli Hokage di Konoha, classificato dal peggiore al migliore



Scelta Del Redattore


Birra Moretti

Aliquote


Birra Moretti

Birra Moretti a Pale Lager - International / Premium beer by Heineken Italia (Heineken), a brewery in Milano,

Per Saperne Di Più
15 morti che contavano per Buffy l'ammazzavampiri

Elenchi


15 morti che contavano per Buffy l'ammazzavampiri

Joss Whedon sa come colpirci con la morte di personaggi amati. Ecco le morti che hanno avuto più importanza in Buffy The Vampire Slayer.

Per Saperne Di Più