Dragon Ball: Spiegazione del potere, degli effetti e dei segreti di Mark Majin

L'emblema Majin rappresenta un potere unico al mondo di Dragon Ball Z . Non è un simbolo di autorità come l'impero di Freezer, ma piuttosto uno di potere magico, che risale a secoli fa. È un emblema che può trasformare il Principe di Tutti i Saiyan nel Re dei Demoni, rompendo le volontà e tirando fuori la crudeltà interiore all'interno di un'anima.

recensione luna blu

Ma cosa significa il simbolo Majin? Il simbolo ha avuto solo una breve presenza nel grande schema di Sfera del drago , ma i suoi effetti erano leggendari. Il simbolo Majin è tra le poche cose che ha mai fatto sottomettere Vegeta, volontariamente, per giunta. Ma, mentre il suo possesso del principe potrebbe essere il momento più memorabile del simbolo, altri danno una visione più approfondita della sua vera natura.



Il marchio Majin

Il Marchio Majin è l'icona del mago Bibidi, passato a Babidi, suo figlio. L'emblema è un sigillo della magia della famiglia dei maghi malvagi. Quelli marchiati con il marchio ottengono un potere incredibile, aumentato dagli incantesimi oscuri di entrambi i maghi. Tuttavia, il prezzo di questa forza spesso significa che i posseduti vengono lasciati sotto il controllo dei maghi, con i loro mali interiori che vengono fatti emergere.

Il marchio domina completamente quelli marchiati da esso, sia all'interno che all'esterno. Questo è meglio esemplificato da Spopovich, sul quale Babidi esercitava un tale controllo da poter usare l'energia dell'uomo per fare letteralmente a pezzi il suo corpo. Quelli con ombre interiori sono più suscettibili all'influenza del marchio, come si vede con Darura e Vegeta, altrimenti volitivi. Sebbene questi individui abbiano per lo più il controllo delle proprie azioni, sono dominati dai propri desideri malvagi e il loro potere è aumentato. Vegeta in particolare ha permesso a Babidi di dominare la sua volontà, al fine di tornare al malvagio Saiyan che era al suo apice.

RELAZIONATO: Il dio più letale di Dragon Ball Future ha una forma strana che la maggior parte dei fan non ha mai visto



Nel videogioco Dragon Ball Z Budokai 2 , Babidi resuscita persino le persone dalla tomba, come visto con Freezer e Cell. Questi individui rianimati nascono completamente sotto il controllo di Babidi e non si ribellano mai. Sono anche in qualche modo sotto il controllo di Bu, dal momento che sembrano combattere al suo fianco durante i giochi.

suggerimenti per la modalità sopravvivenza di Fallout 4

È interessante notare che, a parte Bibidi e Babidi, Majin Bu è l'unico altro personaggio a indossare il marchio, piuttosto che essere marchiato sulla sua carne. Bibidi porta il marchio sul berretto, mentre sia Babidi che Bu lo portano alla cintura. Questo schema ha senso se si considera che entrambi sono stati prodotti da Bibidi. Anche Babidi non è il figlio di Bibidi in senso tradizionale, come notato nelle note autoriali di Akira Toriyama, ma piuttosto, proprio come Bu, nato dal potere magico di Bibidi. Anche dire che Bibidi ha creato Bu è fuorviante, dal momento che Bu tecnicamente 'esisteva' fin dagli albori della realtà come pura energia caotica. Bibidi ha semplicemente evocato l'entità caotica del male e le ha dato forma. Tuttavia, Babidi ha ereditato il pieno potere della magia Majin di Bibidi per manipolare gli altri, mentre il potere di Bu è puramente distruttivo e rigenerativo.

CORRELATO: Dragon Ball Z: Perché Chi Chi Train Goten... Ma ferma Gohan?



Post-Buu Saga

Il Majin Mark ha fatto sporadiche apparizioni dopo la Buu Saga, principalmente nei videogiochi, ma soprattutto nelle trame selvagge di Super Eroi di Dragon Ball , dove Babidi domina le volontà dei cattivi film-centrici. Dragon Ball GT presenta un cameo di Babidi quando i cattivi scappano dall'inferno, ma solo brevemente. Babidi è stato ucciso da Future Trunks in Dragon Ball Super , indicando che non ci sono più versioni del cattivo in giro.

Tuttavia, con entrambi Bibidi e Babidi entrambi morti, l'unico individuo con alcun controllo sul simbolo Majin è Bu. Ciò significa che, a meno che Bu non impari in qualche modo a controllare la magia, è improbabile che il marchio magico Majin riappaia. Il potere del Majin sembra diffondersi intrinsecamente attraverso la progenie di Bibidi e, poiché Bu è tecnicamente l'unico rimasto, è l'ultimo della fila.

CORRELATO: Il calendario dei vigili del fuoco sexy di Fire Force è esilarantemente inquietante

innis gunn birra invecchiata di quercia

Tuttavia, ci sono ancora diversi modi in cui il simbolo Majin potrebbe tornare. Uno è attraverso la reincarnazione di Kid Bu, Ub. Dragon Ball Z finisce con Goku che porta Ub ad allenarsi, quindi è possibile che Ub possa tornare dentro Super con un nuovo dominio sui vecchi poteri di Bibidi. Un'altra possibilità è che la magia di Majin esista ancora in un altro degli universi principali. L'ultima possibilità è che il simbolo possa riemergere nel Vegeta precedentemente marchiato.

Sebbene sia improbabile che il simbolo Majin stesso ritorni nel franchise, ci sono molti altri casi di magia in tutto il sfera del drago universo. In tutta la serie c'è stata la magia usata per creare le Sfere del Drago, le abilità del Cartomante Baba e la magia demoniaca dell'Inferno. Dragon Ball Xenoverse introduce Demigra, un demone parente di Darura con poteri incredibili. Con queste forze ancora in gioco, c'è la possibilità che i fan vengano trattati con una magia ancora più devastante del marchio Majin.

CONTINUA A LEGGERE: Dragon Ball Z: nonostante le affermazioni di un politico, la serie NON È 'Anime Porn'



Scelta Del Redattore


Arrowverse: Rilasciato il teaser di First Crisis on Earth-X

Tv


Arrowverse: Rilasciato il teaser di First Crisis on Earth-X

Il primo teaser per l'evento crossover annuale dell'Arrowverse è qui.

Per Saperne Di Più
Un nuovo video presenta Merida di 'Brave' in 'C'era una volta'

Film


Un nuovo video presenta Merida di 'Brave' in 'C'era una volta'

Merida della Pixar prende vita, capelli rossi arruffati e tutto, nel primo sguardo al prossimo ruolo di Amy Manson in 'C'era una volta'.

Per Saperne Di Più