Signore delle cose: 20 cose strane che solo i veri fan sanno che Gandalf può fare

Il mondo di J.R.R Tolkien's Signore degli Anelli è pieno di mistero, magia e un sacco di capelli lussureggianti, e forse nessun altro personaggio soddisfa queste tre cose più del nostro mago smemorato preferito, Gandalf. Potrebbe non ricordare certi luoghi della Terra di Mezzo, ma è senza dubbio uno dei personaggi più memorabili della serie, dal suo infinitamente citabile 'NON PASSERAI!' stallo contro il Balrog per cavalcare nella battaglia del Fosso di Helm quando ogni speranza sembrava persa. Ma, mentre entrambe le trilogie di film di Peter Jackson... Il Signore degli Anelli e Lo Hobbit serie -- offrono un sacco di grande azione di Gandalf, ci dicono molto poco di chi sia veramente.

Gli adattamenti cinematografici ci permettono di vedere il personaggio solo attraverso gli occhi di chi lo circonda. In superficie, sembra essere poco più di un uomo molto anziano che esercita incredibili poteri magici. Nel Compagnia dell'Anello , rimprovera un Bilbo terrorizzato: 'Non prendermi per un prestigiatore di trucchi da quattro soldi!' Mentre stava solo cercando di intimidire l'ingannevole hobbit, stava anche alludendo al suo vero potere - che, per coloro che non sono esperti nella loro tradizione di Tolkien, è incredibilmente immenso. In effetti, quasi tutto ciò che presenta al mondo esterno, incluso il suo aspetto e il suo nome, sono fondamentalmente fumo e specchi. Nella sua 'vera' forma, è capace di cose molto strane e potenti.



ventiÈ (TIPO DI) UN ANGEL

Ok, Gandalf non lo è un angelo nel senso religioso in cui li pensiamo, ma ha certamente tutti i tratti distintivi di uno. L'uomo che conosciamo come Gandalf il Grigio/Bianco è in realtà un Maia, antichi spiriti che esistevano prima della creazione di Arda (Tolkien parla per la creazione della Terra). Immergersi ancora più in profondità LOTR storia, ci sono ancora più parallelismi con i miti teologici della creazione. In Tolkien's Legendarium , il creatore divino e paterno noto come Eru porta in essere l'intero universo, Ea, semplicemente comandandogli di esistere: 'Sii!' Eru ha creato Elfi, Uomini e Ainur (esseri angelici) con le sue stesse mani.

Ha poi delegato la formazione di Arda agli Ainur. Non tutti gli Ainur sono stati resi uguali: i migliori del gruppo sono stati i Valar, che hanno preso tutte le decisioni importanti mentre i Maiar, relativamente più deboli, sono stati lasciati in una posizione dirigenziale intermedia. Ciascuno dei Valar presiede a un elemento diverso con un Maia nominato al proprio fianco. Gandalf, o Olorin come era originariamente chiamato, apparteneva a Manwe il Re del Vento e Varda la Regina delle Stelle. Maia può parlare molte lingue antiche e sacre (incluso il Linguaggio Nero iscritto sull'Unico Anello) e sono esseri 'alti, saggi, giusti e potenti'. Neanche Gandalf è l'unico Maiar che conosciamo: anche Saruman, Radagast e Sauron sono suoi parenti.

19HA UN ANELLO DI POTERE

Possiamo vedere quanto sia affascinante l'Unico Anello Compagnia dell'Anello quando anche Gandalf è tentato di prendersela per sé. Frodo non sa che Gandalf ha già un Anello del Potere: Narya, l'Anello del Fuoco. A differenza della semplice fascia d'oro di cui prende la forma l'Unico Anello, Narya è un elegante gioiello con un rubino incastonato al centro. Era uno dei tre anelli realizzati originariamente per gli Elfi, forgiato dal principe Nolodorin Celebrimbor nella Seconda Era. Narya si distingue dagli altri anelli che hanno in gran parte influenze corruttrici in quanto ispira il coraggio di opporsi al male negli altri, oltre a proteggere chi lo indossa dalle ingiurie del tempo.



LOTR L''Appendice B: The Tale of Years' spiega che l'anello fu affidato a Gandalf da Cirdan, il luogotenente elfico dell'Alto Re dei Noldor, Gil-galad, che creò l'Ultima Alleanza di Elfi e Uomini per contrastare Sauron. forze. Gil-galad passò l'anello a Cirdan prima della sua morte e quando Gandalf atterrò nella Terra di Mezzo, Cirdan riconobbe che lo spirito angelico poteva farne un uso migliore di lui. La proprietà di Narya da parte di Gandalf spiega come avesse ancora la resistenza per lanciarsi in battaglia alla sua vecchiaia, e come riesca a farsi degli alleati nonostante le difficoltà insormontabili.

18PU CAMBIARE FORMA

Nel corso di LOTR , assistiamo all'evoluzione di Gandalf, come un Pokemon mistico, da un vecchio con i capelli grigi e vestito di grigio a un vecchio con i capelli bianchi e vestito di bianco. Per quanto gloriosa sia la sua forma da Super Saiyan, in realtà è una trasformazione piuttosto bassa per lui. Gandalf non è nato per essere l'immagine sputata di Sir Ian McKellan, la sua vera forma - come Maia - è la forma Di meno . Sono spiriti, dopotutto. Sia Maiar che il più potente Valar possono cambiare aspetto a piacimento.

arancia rossa elisi

Gandalf ha effettivamente trascorso un periodo di tempo vagando per la Terra di Mezzo in una forma 'incerta' prima di prendere quello che riconosciamo come Magneto con una parrucca.



Il suo nuovo look fu deciso quando i Valar gli diedero un lavoro da fare: aiutare i Popoli Liberi della Terra di Mezzo a resistere a Sauron. Gandalf divenne uno degli Istari, cinque Maiar che divennero noti come Wizards. Gli altri quattro sono Saruman (il mago bianco) Radagast (il mago marrone) e Alatar e Pallando (i maghi blu). La capacità di cambiare forma a piacimento può effettivamente essere loro tolta se il potere è 'speso in odio e scherno, ' come fa infamemente Sauron. La sua punizione era di rimanere per sempre bloccato nella forma del Signore Oscuro, il che non è... quella punitivo considerando quanto sia figo. La loro assenza di forma li rende anche quasi impossibili da uccidere veramente.

17HA MIGLIAIA DI ANNI

Nel caso in cui essere nato prima della creazione della Terra non fosse un indizio sufficiente, Gandalf è molto, molto, molto vecchio. Anche questo è davvero dire qualcosa in un mondo abitato da un sacco di cose molto vecchie. Abbiamo un'idea della durata della vita allungata di Gandalf dalla sua profonda conoscenza e dal numero di conoscenti: sembra essere il ficcanaso residente della Terra di Mezzo. C'è anche un indizio nel fatto che non sembra invecchiare affatto tra gli eventi di Lo Hobbit e LOTR . (Sappiamo che il divario è di circa 60 anni perché Bilbo festeggia il suo 111° compleanno all'inizio di Compagnia dell'Anello e aveva circa 50 anni quando Gandalf lo persuase a unirsi alla ciurma di Thorin in Lo Hobbit .)

Come Maia, Gandalf è immortale. Non immortale nel modo in cui i vampiri sono percepiti come immortali rispetto alla durata della vita umana: l'immortalità di Gandalf è legittima. Allora, quanti anni ha? Ebbene, i Maiar sono stati creati da Eru - il 'Dio' dell'universo di Tolkien - prima della creazione di Arda (Terra). Non c'è molto da fare qui in termini di date perché il tempo non era ancora una cosa in quell'era primordiale. Tutto ciò che sappiamo per certo è che trascorsero circa 9000 anni prima che Gandalf fu inviato nella Terra di Mezzo, ovvero circa 2000 anni prima dell'inizio degli eventi in LOTR . Questo fa di lui 11.000 anni almeno , probabilmente molto più vecchio.

16HA UNA STAMINA SOVRUMANA

Il possesso da parte di Gandalf di Narya, l'Anello di Fuoco, gli conferisce una resistenza superiore per contrastare gli effetti dell'invecchiamento nella sua forma umana, il che potrebbe spiegare come sia in grado di resistere così valorosamente in battaglia al fianco di uomini che hanno la metà della sua età superficiale. Potrebbe anche avergli dato una spinta durante il suo fatale scontro con un Balrog nelle Miniere di Moria in Compagnia dell'Anello . Dopo che Saruman rese impossibile alla Compagnia di passare attraverso il Monte Caradhras, Gandalf li condusse invece sottoterra, una 'via oscura e segreta' attraverso le miniere naniche abbandonate da tempo.

I Balrog sono essenzialmente Maiar 'caduti' (come Sauron) che sono stati corrotti da Melkor, il primo Signore Oscuro, padre di tutti gli Orchi e la radice di tutto il male nel mondo. Ciò rende Balrog incredibilmente vecchio e altrettanto potente di Gandalf, evidente nella sua lotta contro questo, noto come Durin's Bane. Dopo che entrambi precipitarono dal ponte di Khazad-dum, caddero in un abisso che portava a un lago gelido. Da lì, Gandalf inseguì il Balrog attraverso alcuni antichi tunnel finché non raggiunsero la Scala Infinita e salirono alla Torre di Durin, in alto sopra le nuvole. Fu lì che Gandalf rivendicò finalmente la vittoria prima di crollare, morto. Dal ponte alla loro morte, l'intera battaglia è durata per più di una settimana .

quindiciLA SUA VOCE HA POTERE

Abbiamo familiarità con l'idea che gli utenti di magia pronunciano parole speciali per usare gli incantesimi, ma Tolkien ha usato questa idea in modo leggermente diverso. Gandalf e i suoi compagni maghi hanno usato quelle che vengono descritte come 'parole di comando', che sono un po' difficili da spiegare perché i fan di Tolkien sono divisi su come interpretarle. Alcuni credono che sia semplicemente un modo elegante per descrivere un incantesimo, mentre altri pensano che ci sia di più. Ci sono alcuni esempi di Gandalf che invoca questa abilità in LOTR libri, uno dei più impressionanti è quello di combattere un gruppo di 'lupi demoniaci' inviati da Sauron in 'A Journey to the Dark'.

'Gandalf sembrò crescere improvvisamente: si alzò, una grande forma minacciosa [...] 'Naur an edraith ammen! Naur dan i ngaurhoth!' lui pianse. Ci fu un ruggito e un crepitio, e l'albero sopra di lui esplose in una foglia e un bocciolo di fiamme accecanti. Il fuoco balzò da cima a cima di albero. [...] L'ultima freccia di Legolas si accese nell'aria mentre volava, e si tuffò bruciando nel cuore di un grande capo dei lupi.' Oltre alla piromanzia, usa anche questo potere per frantumare il bastone di Saruman e privarlo della sua divinità. Alcuni Tolkien-ofili pensano che le parole siano parallele all'uso biblico di esse, invocando l'autorità di Dio. Come Maia, Gandalf rappresenta l'autorità dei Valar sulla Terra di Mezzo. Pertanto, pronunciare una parola di Comando non canalizza la magia, canalizza il potere divino.

14HA DIVERSI NOMI

Non è così sorprendente che qualcuno che ha migliaia di anni abbia un soprannome o due... o quattro... o sette. Ok, prova 12 . Potremmo conoscerlo come Gandalf il Grigio, e in seguito Gandalf il Bianco, ma ce ne sono altri 11 a cui risponde. Il suo nome originale Maiar è Olorin, in Quenya (una lingua elfica parlata dai Valar) significa 'sogno'. All'arrivo nella Terra di Mezzo come parte dell'ordine Istari, prese forma umana, ricevette il suo Anello del Potere e adottò il nome Gandalf. In Mannish, Gandalf si traduce letteralmente in 'Elfo della bacchetta' o 'Elfo della bacchetta', probabilmente perché la sua incapacità di invecchiare significava che era stato scambiato per un Elfo, nonostante avesse assunto l'aspetto di un Uomo.

Durante i suoi duemila anni di viaggio nella Terra di Mezzo, ha guadagnato titoli diversi da diversi gruppi di persone.

Gli Elfi e gli abitanti di Gondor lo chiamavano Mithrandir, un nome Sindarin (Elfico) che significa 'pellegrino grigio'. I Nani lo conoscevano come Tharkun, che significa 'uomo del personale'. (Nani tipici...) I suoi viaggi nella terra meridionale di Harad gli valsero il nome, Incanus, il cui significato Tolkien non decise mai. I suoi nemici lo hanno chiamato Old Greybeard, Lathspell e Stormcrow, quest'ultimo implicando che ogni volta che Gandalf è in giro, le cattive notizie lo seguono. I suoi altri soprannomi meno usati sono: Gandalf Greyhame e Gandalf il mago errante.

13È TELEPATICA E TELECINETICA

Nel mondo di Tolkien, la magia ha meno a che fare con il puntare una bacchetta magica fatta di peli di unicorno e guance di drago e urlare un falso latino come fa in Harry Vasaio e altro a che fare con una connessione con il mondo che ti circonda. Nel LOTR , i maghi si distinguevano per il loro forte legame con la natura, poiché Tolkien si ispirava ai druidi pagani e al folklore antico inglese e celtico, piuttosto che alla nostra comune comprensione culturale pop di maghi e streghe. Gandalf e i suoi compagni Istari hanno influenza sulla natura e sulle persone, e la loro forza deriva dalla loro forza di volontà, non dal potere di incantesimi o pozioni.

La voce di Gandalf è una delle sue doti più forti, ma può anche dimostrare un grande potere senza emettere un solo suono. In 'The Pyre of Denethor', disarma il suo avversario con un gesto della mano come un Jedi. 'Alzò la mano, e proprio nel colpo, la spada di Denethor volò in alto e lasciò la sua presa e cadde dietro di lui nell'ombra della casa; e Denethor fece un passo indietro davanti a Gandalf come se fosse stupito.' Gandalf mostra anche alcune abilità del Professor X in 'Molti incontri', quando fruga nella testa di Frodo. «Hai parlato a lungo nel sonno, Frodo», disse Gandalf gentilmente, «e non è stato difficile per me leggere la tua mente e la tua memoria».

12PUO' CREARE FUMO, FUOCO E FULMINI

Gli Ainur, gli esseri angelici a cui appartiene Gandalf, hanno uno stretto rapporto con la luce e il calore, forse a causa del loro status divino. Sono immuni alle temperature più calde immaginabili, motivo per cui l'Occhio di Sauron, che è anche un Ainur, sembra un anello di fuoco e spiega come è stato in grado di forgiare l'Unico Anello nella lava sarcastica del Monte Fato senza morire. Spiega anche come Gandalf sia riuscito a vincere la sua battaglia contro il focoso Balrog senza essere bruciato fino a diventare croccante. Gandalf può anche usare questa resistenza per creare calore, oltre a difendersi da esso.

Indubbiamente il più impressionante dei poteri pirocinetici di Gandalf è la sua capacità di trasformare quel fuoco in un fulmine.

Nel Lo Hobbit , trasforma alcune pigne in granate fumanti contro un branco di lupi e alterna persino la temperatura di ognuna tra fiamme rosse, blu e verdi, ovvero un calore che varia da 327 a 1.3000 gradi Celsius. Tolkien lo descrive come 'un fuoco orribile e inquietante', e l'implicazione che il fuoco di Gandalf sia innaturale è rafforzata in LOTR quando accende una scintilla su un ceppo bagnato quando il resto della Compagnia non riesce ad accendere un fuoco da campo. Indubbiamente il più impressionante dei poteri pirocinetici di Gandalf è la sua capacità di trasformare quel fuoco in un fulmine, che usa per colpire alcuni sfortunati goblin in Lo Hobbit : 'Quando i goblin sono venuti ad afferrarlo, c'è stato un lampo terrificante come un fulmine in una grotta, un odore di polvere da sparo, e molti di loro sono morti.'

undiciPU SPARARE LUCE E PROGETTARE ENERGIA

Oltre alla capacità di produrre e armare fiamme e fumo, Gandalf può usare la luce anche per scopi offensivi. Usa questa abilità soprattutto durante 'L'assedio di Gondor' per respingere uno sciame di Nazgul. «Come un tuono si abbatterono sul nemico su entrambi i lati della ritirata; ma un cavaliere li superò tutti, veloce come il vento nell'erba: Shadowfax lo portò, splendente, svelato ancora una volta, una luce che parteva dalla sua mano alzata. I Nazgul strillarono e spazzarono via, perché il loro capitano non era ancora venuto a sfidare il fuoco bianco del suo nemico». Di solito, però, la sua proiezione di energia è molto più sottile di così.

Durante le sue lotte con altre creature magiche nei film, come il Balrog e Saruman, puoi vederlo assorbire e deviare i colpi e persino creare una barriera luminosa per proteggersi. Poiché la sua missione sulla Terra di Mezzo è aiutare i Popoli Liberi piuttosto che assicurarsi una vittoria da solo, di solito si astiene dall'usare tutta la forza dei suoi poteri su persone non magiche. a meno che non veramente Lo stuzzica, come fa Vermiglio ne 'Gli alberi bianchi di Gondor'. 'Nelle tenebre udirono il sibilo della voce di Wormtongue: 'Non ti ho consigliato, Signore, di vietare il suo bastone. Quello sciocco, Hama, ci ha tradito!' Ci fu un lampo come se un fulmine avesse spaccato il tetto. Poi tutto tacque. Vermiglio era disteso sulla sua faccia.'

10PUO' PARLARE CON GLI ANIMALI

Gandalf può creare fuochi d'artificio, sprigionare calore dal nulla, sparare raggi di luce giganti contro demoni volanti e combattere i Balrog fino ai confini della Terra. È facile dimenticare alcune delle sue abilità meno appariscenti tra tutto ciò, come comunicare con gli animali. Il rapporto di Gandalf con la natura non è così profondo come il suo compagno Istari, Radagast, ma è comunque in grado di leggere gli elementi, manipolarli e chiacchierare con le creature che si trovano più in basso nella catena alimentare. È in grado di chiamare Shadowfax, il 'signore di tutti i cavalli', al suo fianco con un solo pensiero, e Gandalf è l'unica persona con il consenso esplicito a cavalcarlo.

Nel Compagnia dell'Anello adattamento cinematografico, Gandalf usa una falena gigante della seta per inviare un S.O.S dopo essere rimasto intrappolato in cima a Orthanc dall'ingannevole Saruman. La falena ritorna con Gwaihir, una delle Grandi Aquile, che aiuta Gandalf a fuggire dal suo ex amico. La falena non appare nei libri e molti fan credono che sia stata inserita nei film per sostituire Radagast - o anche che era Radagast sotto mentite spoglie. Fa anche un cameo alla fine di Lo Hobbit: Un Viaggio Inaspettato , svolazzando davanti al viso di Gandalf poco prima che le Grandi Aquile si presentino per salvare la compagnia di Thorin da Azog e dagli Orchi. Lo stesso Gwaihir è effettivamente in grado di parlare, quindi Gandalf non ha bisogno di abilità speciali per iniziare una conversazione con lui.

9HA IMPARATO PIETA' E COMPASSIONE

'Pietà' e 'compassione' potrebbero sembrare cose strane da rivendicare come abilità, ma ricorda: Gandalf non è un uomo normale e mortale, è un antico essere angelico che esisteva molto prima della Terra di Mezzo e di tutte le vite su di essa. L'immortalità spesso va di pari passo con l'indifferenza, o peggio: una totale mancanza di simpatia per le creature 'minori'. Alcuni dei Maiar compagni di Gandalf hanno cercato il dominio violento dei Popoli Liberi della Terra di Mezzo, come Sauron e Saruman, o sono stati generalmente apatici a farsi coinvolgere, come Radagast. Gandalf, tuttavia, è riuscito nella sua missione perché ha imparato a entrare in empatia con le persone che era stato mandato a salvare.

Tutti i Maiar sono presi sotto l'ala protettrice di uno o due insegnanti Valar, la maggiore delle due forme di Ainur. Gandalf, o Olorin come veniva chiamato allora, apparteneva a Manwe il Re del Vento e a Yavanna la Regina delle Stelle, ma fu probabilmente la Regina Nienna, la 'Signora della Misericordia' che ebbe l'influenza più duratura su di lui. Nienna era apparentemente una figura di lutto perpetuo, ma la sua lezione a Gandalf era che il dolore dovrebbe rafforzarti piuttosto che indebolirti; le sue lacrime versate sugli atti distruttivi del Signore Oscuro Melkor hanno creato il Sole e la Luna. La capacità di compassione di Gandalf è il suo dono più sottovalutato e, essendo il più grande studente di Nienna, indossava il grigio per onorare i suoi insegnamenti.

8HA UN'ANTICA SPADA ELFICA

L'arma caratteristica di Gandalf è il bastone, che usa sia per incanalare la sua magia che come bastone da passeggio. L'altra sua arma è la sua fidata spada, Glamdring, che in Quenya significa 'martello del nemico'. Gandalf si è imbattuto nella lama durante Lo Hobbit quando lui e la compagnia di Thorin si sono avventurati nella caverna di un Troll e hanno scoperto una scorta di bottino. Gandalf brandì l'arma con un effetto fatale contro il Grande Goblin, mentre Bilbo trovò Sting, che in seguito avrebbe passato a Frodo, e Thorin raccolse Orcrist.

ragazzo morto canaglia abv

Tutte le grandi armi fantasy hanno nomi e storie come esseri viventi, e Glamdring non fa eccezione.

La spada risale a 6.000 anni in LOTR storia, fino alla Prima Era quando fu forgiato dal re di Gondolin, Turgon, il primo e l'ultimo sovrano del regno nascosto degli Elfi e bisnonno di Elrond. Turgon aveva la spada in mano quando si scontrò con Morgath (il malvagio Valar precedentemente noto come Melkor) durante la Battaglia delle Innumerevoli Lacrime. Gondolin cadde e la spada passò alla leggenda finché non trovò una nuova casa al fianco di Gandalf. Come tutte le potenti armi elfiche, Glamdring può avvertire il suo portatore del male in arrivo, e aveva anche un'iscrizione runica sull'elsa, che nella versione cinematografica recita: 'Turgon, re di Gondolin, brandisce, ha e tiene la spada Glamdring, Nemico'. del regno di Morgoth, Martello degli Orchi».

7NON MUORE MAI DAVVERO

Gandalf sembra 'morire' due volte nel corso di LOTR . La prima volta è reale dopo che ha ucciso il Balrog dopo la loro intensa e prolungata rissa. A quel punto, il vecchio Mago probabilmente lo vedeva come un pisolino per l'eternità dopo la settimana lavorativa più lunga della sua vita. Il corpo fisico di Gandalf muore, ma la sua vera forma incorporea sopravvive. Essendo un Maiar, il suo corpo mortale era solo una tuta di pelle per permettergli di passare inosservato nella Terra di Mezzo, e la sua mente/spirito era in grado di continuare a vivere: 'Poi, l'oscurità mi ha preso, e sono rimasto fuori dal pensiero e dal tempo, e mi sono chiesto lontano su strade che non dirò.'

La resurrezione di Gandalf è in realtà solo la crescita di un nuovo 'vaso' per il suo spirito immortale e una promozione da Gray a White, aiutata in parte dal tradimento di Saruman che lascia la posizione aperta. (Quando la grande Aquila Gwaihir lo salva, nota che il nuovo corpo di Gandalf non pesa quasi nulla.) Anche alla fine della trilogia, quando salta sulla nave con Frodo, Elrond e Galadriel, Gandalf non sta andando a quello che penseremmo come l'aldilà: le Terre Immortali sono la sua casa, il luogo da cui proviene Ainur. Gandalf e tutti gli altri immortali probabilmente continueranno a vivere fino al profetizzato Dagor Dagorath: la fine dei tempi.

6DICHIARA DI VALORIZZARE IL POTERE DEL SOLE

Dobbiamo dire 'affermazioni' qui perché non ci sono prove reali di questo oltre a Gandalf che se ne vanta. Quando Gandalf affronta Durin's Bane, il risvegliato Balrog delle Miniere di Moria sul Ponte di Khazad-dum, lo fa sapendo che c'è una battaglia prolungata sulle carte, una che probabilmente non è sicuro di vincere. Per dare alla Compagnia il tempo di far esistere frettolosamente, Gandalf mantiene la sua posizione. Prima di pronunciare il suo famoso 'NON DEVI... PASSARE!' linea, cerca di intimidire la bestia snocciolando alcune delle sue pretese di fama, tra cui: 'Sono un servitore del Fuoco Segreto, detentore della fiamma di Anor!'

La 'fiamma di Anor' non è menzionata da nessun'altra parte, quindi è difficile sapere di cosa stesse parlando il Mago Grigio qui. Alcuni ipotizzano che si riferisse a Narya, l'Anello del Potere in suo possesso che è legato al fuoco. Altri ritengono che stesse proclamando la sua fedeltà ai Valar, nemici del Balrog, e si dice che il 'Fuoco Segreto' bruci 'nel cuore del mondo'. A conferma di ciò, 'Anor' è la parola elfica per 'sole', e nel mito della creazione di Tolkien, il sole è stato nutrito in vita dalle lacrime dell'insegnante di Gandalf, la regina Nienna dei Valar. Lo vediamo anche illuminare una luce intensamente brillante sul Balrog dal suo staff nel film. È questa la 'fiamma' che intende?

5IL SUO POTERE PI GRANDE È LA SUA SAGGEZZA

I maghi sono tipicamente caratterizzati come uomini accademici che dispensano saggezza alle orecchie dei re e di altre persone significative, come Merlino a Re Artù. Gandalf segue certamente quella tradizione. Nel corso di Lo Hobbit e LOTR , Gandalf offre saggi consigli - o, interferenza, come potrebbero descriverlo i suoi detrattori - a governanti e aspiranti governanti. La preponderanza di Tolkien con l'ortografia dell'antico inglese e il folklore fatato significa che probabilmente voleva che i lettori pensassero a questo tipo di conoscenza magica come meno nel lanciare incantesimi e nella preparazione di pozioni, e più nel leggere i segni nella natura e nell'accumulare conoscenza del mondo.

Il marchio di magia di Gandalf è legato al tipo druidico e pagano, che classifica cose come leggere le stelle, superstizioni e avere un legame con il mondo naturale come forme di magia. Di volta in volta, vediamo la biblioteca mentale che Gandalf ha trascorso migliaia di anni nella Terra di Mezzo a coltivare aiutare se stesso e i suoi alleati fuori dai guai. Senza la sua conoscenza, l'Unico Anello non sarebbe mai stato trovato e distrutto. È anche per questo che è diventato così altamente rispettato, qualcuno che la gente ascolterà. Il Silmarillion lo descrive persino come il 'più saggio dei Maiar', quindi anche tra i suoi pari la sua saggezza era superiore.

4LE AQUILE SONO OBBLIGATE A LUI

Una delle parti più controverse dell'opera di Tolkien è la sua inclusione di alcuni grandi, grandi uccelli deus ex machina. Le Grandi Aquile discendono da Thorondor, il 'Signore dell'Aquila', la più grande Aquila che sia mai esistita, con un'apertura alare di 180 piedi. Il loro capo, Gwaihir è colui che porta Gandalf fuori dagli ingorghi in cui si trova a volte, così come colui che ha salvato Frodo dal diventare un marshmallow bruciato sul fianco del Monte Fato. Durante LOTR , Gwaihir riprende Gandalf due volte dal pericolo, la prima volta dalla cima di Orthanc dove Saruman lo aveva imprigionato, e la seconda volta dalla Scala Infinita dopo la resurrezione di Gandalf.

Sebbene le Grandi Aquile intervengano dove necessario nella lotta contro il male, non sono la controfigura di Uber della Terra di Mezzo.

Per chiedere favori, Gandalf ha pagato la sua tariffa in anticipo salvando Gwaihir da una freccia avvelenata una volta. La controversia sugli Eagles riguarda un buco della trama percepito: perché non hanno semplicemente fatto volare l'Unico Anello sul Monte Fato? La semplice risposta è che enormi oggetti volanti sono bersagli facili. La risposta di Tolkien è che sarebbe noioso. 'Gli Eagles sono una 'macchina' pericolosa', ha scritto in risposta alla domanda di un fan sulla questione. 'Li ho usati con parsimonia.'

3LA SUA MISSIONE LO MANTIENE IN VITA

Abbiamo già stabilito che l'immoralità e la forma (segretamente) incorporea di Gandalf significa che è impossibile per lui scomparire completamente dall'esistenza. Dopo che la sua drammatica battaglia contro il Balrog ha posto fine alla sua vita come Gandalf il Grigio, la sua coscienza vaga senza meta per giorni. Gandalf avrebbe potuto continuare ad andare alla deriva senza forma per il resto della sua vita se qualcosa non lo avesse riportato in un nuovo corpo. In 'The White Rider', diversi giorni dopo la morte di Gandalf il Grigio, nacque Gandalf il Bianco. 'Nudo sono stato rimandato indietro... per un breve periodo, finché il mio compito non sarà terminato.'

Il significato implicito in 'finché il mio compito non sarà terminato' è che la missione di Gandalf gli ha impedito di non tornare mai più sul piano fisico. È stato incaricato di quella che si potrebbe descrivere come una 'santa' ricerca dei Valar per aiutare i Popoli Liberi della Terra di Mezzo a sconfiggere Sauron e le sue forze, quindi è possibile che la sua stessa forza di volontà e il suo impegno in quella chiamata abbiano aiutato la sua rinascita, o forse gli stessi Valar hanno avuto una mano in questo. Alcuni fan pensano addirittura che il responsabile sia Eru, il divino creatore di tutto nell'universo di Tolkien. (Una cosa che non poteva manifestare, tuttavia, erano i vestiti: le sue nuove vesti bianche gli erano state date da Galadriel dopo che Gwaihir lo aveva salvato.)

DuePUO' TOTALMENTE BATTERE IL RE STREGA

Un altro elemento controverso di LOTR deriva dagli adattamenti cinematografici. Nel Ritorno del re , Gandalf si trova faccia a faccia con il temuto Re Stregone di Angmar montato su un Nazgul. La spada del Re Stregone prende fuoco e un rumore acuto crepita nell'aria tra gli avversari; distruggendo il bastone di Gandalf. Gandalf viene scaraventato da uno Shadowfax spaventato e giace ai piedi del Nazgul. Improvvisamente, l'attenzione del Re Stregone viene attirata altrove e lui vola via. Non solo è un po' economico iniziare una rissa e poi fare l'intero trucco della 'distrazione', ma i fan più accaniti di Tolkien si sono lamentati di Gandalf che sembrava essere il minore dei due poiché era infedele al materiale originale.

Hanno assolutamente ragione anche loro. Cosa sappiamo di Gandalf? È uno spirito immortale, angelico, che vive dall'alba dei tempi; ha una vasta conoscenza della magia; può manipolare gli elementi; ha ucciso un Balrog e ha sconfitto Saruman (compagno di Maiar) e come Gandalf il Bianco, è più forte che mai. Il Re Stregone, d'altra parte, è un Uomo corrotto che trae tutto il suo potere da Sauron. Inoltre, nella versione delle cose del libro, Gandalf è l'unico a Minas Tirith in grado di resistere al Re Stregone. Sebbene Gandalf ammetta che il Re Stregone potrebbe sconfiggerlo se Sauron gli prestasse abbastanza forza, Gandalf è chiaramente l'essere naturalmente superiore.

1È LIMITATO SOLO DALLA SUA MISSIONE

Parlando di possibili buchi nella trama e dispositivi deus ex machina, se Gandalf lo è così potente, allora perché non è in grado di sconfiggere Sauron stesso? Dato che lui e Sauron sono entrambi Maiar, penseresti che i Valar avrebbero mandato Gandalf e i suoi compagni Istari a abbattere direttamente uno di loro in un modo che Uomini, Elfi e altri esseri mortali non possono fare. Invece, la missione di Gandalf è osservare, guidare e sostenere i Popoli Liberi, non ergersi da soli come una forza divina che colpisce dai cieli. Oltre all'ovvia risposta che questo renderebbe una storia meno interessante, c'è anche una ragione pratica.

La missione di Gandalf limita i suoi poteri fenomenali perché i Valar non vogliono devastare Arda (Terra) con un'enorme battaglia cosmica.

Vogliono preservare il più possibile la Terra di Mezzo dalle devastazioni della guerra. L'idea è spegnere Sauron come una candela, non bruciare tutto nel processo. Ecco perché assistiamo sempre e solo a Gandalf che fa di tutto contro nemici che sono al suo livello - come il Balrog - e quando c'è poca o nessuna possibilità di danni collaterali. Ottiene un grande aumento di potere quando diventa Gandalf il Bianco, ma anche allora, è ancora funzionante con la sicura inserita.



Scelta Del Redattore


Savitar di The Flash è davvero Barry Allen dal futuro?

Tv


Savitar di The Flash è davvero Barry Allen dal futuro?

Se le cose andranno come crediamo, Barry Allen potrebbe benissimo essere il cattivo della sua stessa storia.

Per Saperne Di Più
Samuel Adams Black Lager

Aliquote


Samuel Adams Black Lager

Samuel Adams Black Lager una Schwarzbier / Black Lager di Boston Beer Company, un birrificio di Boston, Massachusetts

Per Saperne Di Più