L'attacco al titano La critica al fascismo e al razzismo è tutt'altro che sottile

Che Film Vedere?
 

ATTENZIONE: Quanto segue contiene spoiler per il Manga Attack on Titan, disponibile in inglese da Kodansha.



Negli ultimi anni, Attacco su Titano ha affrontato accuse di antisemitismo, a causa di parallelismi narrativi con il nazismo e l'Olocausto, e di contenere inquietanti sottotesti fascisti, derivanti dal fatto che Isayama abbia basato uno dei suoi personaggi - Dot Pixis - sul generale Akiyama dell'esercito imperiale giapponese. Tuttavia, rappresentare semplicemente questi problemi non significa condonare l'ideologia fascista. Attacco su Titano Il messaggio generale di è decisamente antifascista e antirazzista, ed è tutt'altro che sottile una volta che si va più a fondo nella storia.



Attacco su Titano inizia in una società in cui presumibilmente tutta l'umanità esiste miseramente all'interno dei confini di tre grandi mura, con il mondo esterno apparentemente devastato da terribili Titani mangiatori di uomini. Le somiglianze con il nazismo qui sono molto distinte. Il noto teorico politico e aberrante nazista Carl Schmitt ha spiegato il concetto di una società fascista ideale come quella che accetta l'esistenza di disuguaglianza, conflitto e sofferenza come inevitabili, e cerca invece di dirottare l'attenzione dei suoi cittadini verso un nemico comune al fine di evitare conflitti. Questa filosofia è vista in modo prominente all'interno della società in Attacco su Titano , dove il suo governo autoritario ha convinto le persone che la loro sfortuna è dovuta ai Titani che li opprimono, e usa questa narrativa per giustificare la militarizzazione della società.

Come Attack on Titan critica il fascismo

Le somiglianze tra nazismo e Attacco su Titano è molto chiaro. Tuttavia, non glorifica il governo fascista che ritrae, ma piuttosto lo fa a pezzi ed espone i suoi difetti. Negli sviluppi successivi della serie, i personaggi principali scoprono che i Titani che vagano all'esterno non sono in realtà mostri, ma ex umani che sono stati trasformati in Titani contro la loro volontà che ora senza mente cammina sulla terra in un incubo senza fine. Proprio come i nazisti usarono la falsa propaganda per convincere la gente che il popolo ebraico era il nemico della società tedesca, il governo in Attacco su Titano ha fatto qualcosa di simile, con i 'nemici' che si sono rivelati esseri umani che sono in realtà vittime del sistema fascista come le altre persone comuni.

Con questo segreto scoperto, il governo considera immediatamente gli Scout - il gruppo di cui fanno parte i personaggi principali - come traditori e ordina il loro arresto nel disperato tentativo di mantenere la verità nascosta al resto della società. Per la prima volta, i personaggi principali spostano la loro attenzione dal nemico falsamente propagandato ai veri oppressori, i fascisti al potere. Questo è stato accennato nella prima stagione, quando Erwin ha chiesto a Eren chi pensava fosse il vero nemico.



Viene presto scoperto che i nobili al potere hanno ostacolato il progresso della tecnologia e la diffusione delle notizie, e hanno mentito alla gente sui Titani per distrarsi dai loro stili di vita lussuosi ed eccessivi, con i militari rivelati essere gli esecutori di questo menzogna. Hange incoraggia la società di giornali a ignorare gli ordini del governo e a pubblicare invece la verità sulla loro società. I nobili vengono smascherati come uomini avidi che in realtà non si preoccupano dell'umanità ma solo di se stessi. Historia, l'erede della nobile famiglia Reiss, rifiuta le idee di suo padre secondo cui mantenere lo status quo è per il miglioramento dell'umanità, liberando invece Eren e scegliendo il crollo del loro governo fascista.

CORRELATO: Da Attack on Titan a Parasyte: le trasformazioni degli eroi più GROSSE di Anime

Rouge Dead Guy Ale

Come Attack on Titan critica il razzismo

Dopo la caduta del governo, la verità del mondo in Attacco su Titano viene finalmente rivelato: l'umanità esiste ancora al di fuori delle mura e odiano la razza Eldiana di cui fanno parte i personaggi principali. Il padre di Eren, Grisha, risulta essere un Eldiano del paese di Marley, dove faceva parte del gruppo segreto restaurazionista Eldiano. Nella società di Marley, gli Eldiani sono descritti come il 'nemico' della società, con la maggior parte di loro che vivono all'interno di questo paese come cittadini di seconda classe costretti nelle zone di sepoltura mentre indossano i bracciali. Questo è un chiaro parallelo con il modo in cui gli ebrei furono trattati durante l'Olocausto, sebbene la storia degli Eldiani abbia anche paralleli con le storie del popolo giapponese, nordcoreano e molti altri gruppi, quindi non è scritto esattamente come 1: 1 metafora.



I Marleyani odiano gli Eldiani a causa della propaganda nazionalista che afferma che l'antico Impero Eldiano ha commesso molte atrocità contro i non Eldiani, inclusi i Marleyani. I restauratori Eldiani, tuttavia, credono che l'Impero Eldiano abbia costruito grandi mura e ponti e sia stato effettivamente un bene per le persone che ha conquistato. I restaurazionisti, incluso Grisha, volevano ristabilire l'Impero Eldiano e ottenere la libertà dai Marleyani. Quando questa narrativa alternativa viene rivelata agli Eldiani che sono rimasti intrappolati all'interno delle mura, una nuova fazione fascista che i fan hanno chiamato gli 'Yeagerist' prende vita e prende immediatamente il potere con un colpo di stato. Spinti dal desiderio di uccidere i loro 'nemici' e ottenere la libertà per se stessi, gli Yeagerist decidono di commettere un genocidio globale sui loro oppressori.

È qui che la storia nega la narrativa razzista e xenofoba di entrambi i regimi fascisti. Gabi, un Eldian internato, che crede fermamente che gli Eldian all'interno delle mura siano 'diavoli', viene salvato da una ragazza Eldian del muro di nome Kaya. Kaya, all'oscuro del fatto che Gabi fosse responsabile dell'uccisione di sua sorella adottiva Sasha, dice a Gabi che sua madre è stata uccisa senza motivo. Quando Gabi dice che è a causa delle atrocità commesse dall'antico Impero Eldiano, Kaya risponde che né lei né sua madre erano lì quando è successo e non dovrebbero essere responsabili delle azioni dei loro antenati. Più tardi, quando Kaya scopre che Gabi era in realtà l'assassino di Sasha, inizialmente si ritrova a voler uccidere Gabi, ma alla fine impara a perdonarla dopo aver realizzato che il pregiudizio di Gabi era il risultato dell'indottrinamento sistematico da parte del governo di Marley.

Gabi, dopo aver realizzato i difetti delle sue convinzioni irrazionali, decide invece di unirsi ai personaggi principali per combattere il suddetto pregiudizio. I personaggi principali - ora un'improbabile alleanza di ex nemici e alleati che sanno tutti benissimo che sradicare il 'nemico' non è mai la soluzione - assumono il compito titanico di fermare il genocidio che è guidato dai loro stessi amico, il protagonista-ora-antagonista Eren Yeager. È così che Isayama crea argomentazioni fasciste, razziste o xenofobe e poi procede a contrastarle attraverso la sua narrazione ricca di sfumature.

CONTINUA A LEGGERE: Attack on Titan ha appena presentato un tanto atteso Titan Team-Up



Scelta Del Redattore


Game of Thrones: Florence + the Machine copre la triste canzone di Podrick

Tv


Game of Thrones: Florence + the Machine copre la triste canzone di Podrick

HBO ha ufficialmente rilasciato la cover di Florence + The Machine della canzone di Podrick, 'Jenny of Oldstones'.

Per Saperne Di Più
Dark Pictures Anthology: House of Ashes rilascia il trailer del gameplay

Videogiochi


Dark Pictures Anthology: House of Ashes rilascia il trailer del gameplay

Il nuovo trailer di The Dark Pictures Anthology: House of Ashes mostra una creatura sinistra, un'unità militare in difficoltà e molte scelte difficili.

Per Saperne Di Più