DOTA: Spiegazione del finale della prima stagione di Dragon's Blood's Shocking

Che Film Vedere?
 

ATTENZIONE: quanto segue contiene spoiler per la stagione 1 di DOTA: Dragon's Blood di Netflix, ora in streaming su Netflix.



La prima stagione di DOTA di Netflix: Sangue di drago è pieno di molti colpi di scena come il cavaliere del drago, Davion , così come la principessa Mirana , Marci e Fymryn cercano tutti di unire l'esercito ribelle di Coedvige con la dea, Selemene, dell'Ordine della Luna Oscura.



La prima stagione si conclude con i suoi fiori di loto magici che Fymryn le ha rubato. Fymryn li prese nella speranza che avrebbe riportato al potere Mene, la dea che Selemene avrebbe usurpato. Ma alla fine, lei e il suo nuovo equipaggio si preoccupano solo di mediare la pace. Sfortunatamente, le loro azioni innescano invece una nuova guerra piena di tradimenti, che porta una minaccia demoniaca che ottiene una vittoria massiccia. Con questo in mente, analizziamo il finale scioccante.

LA GUERRA CIVILE SCATENATA

Quando Mirana convince Luna a restituire i fiori di loto a Selemene, qualcosa va terribilmente storto. Non riescono più a sentire il potere della dea, il che fa arrabbiare Luna. Questo porta gli elfi canaglia e l'esercito di Luna a combattere ancora una volta, pensando che ognuno abbia tradito l'altro. Mirana è presa nel mezzo, ma fortunatamente Davion torna per aiutarla.

Purtroppo, Fymryn decide che ne ha abbastanza dei guerrieri della Luna Oscura e del genocidio che hanno commesso contro coloro che non adoravano Selemene. Il risultato è che lei usa il suo teletrasporto e la super velocità per tagliare Luna. Fymryn lascia il generale di guerra sanguinante, pensando di aver ottenuto vendetta per Luna che ha massacrato la sua famiglia giorni prima per il furto dei fiori di loto di Selemene. Tuttavia, Mirana trova Luna dopo l'attacco e inizia a curarla per farla tornare in salute. Entrambi meditano sul futuro del loro clan ora che non riescono a percepire il loro capo.



CORRELATO: Naruto: Shikamaru ha quasi affrontato un'accusa di molestie sessuali (No, sul serio)

IL DILEMMA DI DAVION

Davion ama Mirana, quindi non si ferma davanti a nulla per proteggerla. Durante la battaglia finale, finisce per strappare la catena delle zanne del drago che il mago, AKA the Invoker, gli ha dato, trasformandosi nella sua forma ibrida uomo-drago. Sfruttando il potere dell'Ember Eldwyrm, il drago di fuoco noto come Slyrak, sbrana i soldati da entrambi i lati della recinzione. Tuttavia, mentre la battaglia si placa, viene teso un'imboscata dai cacciatori di draghi guidati dal suo ex mentore, Kaden.

Il leader usa il gas per mettere fuori combattimento la bestia, riportando Davion alla sua forma umana. Con il combattimento finito, lo gettano su un cavallo per riportarlo alla Fortezza del Drago, dove Kaden sembra voler separarlo dalla bestia. Bram, lo scudiero di Davion, è lì per supervisionare le cose, sperando che possano salvare il guerriero. Desideroso di aiutarlo, Fymryn lo insegue, afferrando la catena poiché potrebbe aver bisogno di liberare di nuovo Davion. Ma lascia dietro di sé la sua moneta magica che la collega all'Invocatore.



RELAZIONATO: Dragon Ball: il piano per il gioco cellulare di Goku stava fallendo, fino a quando Gohan non lo ha rivelato

L'ATTACCO A SELEMENE

L'Invocatore è al centro di tutto nel Sangue di drago Finale della prima stagione. Inizialmente ha fatto da mentore alla squadra di Davion, dando loro armi e incoraggiandoli a restituire i fiori di loto mentre potenziano Selemene. Tuttavia, quello che non sapevano era che aveva corrotto i fiori e, grazie alla sua magia, Selemene si indeboliva quando tornava in contatto con loro. Il suo colpo di grazia arriva quando il suo ingannevole incantesimo trasforma una delle sacerdotesse di Selemene nel demone Terrorblade, che vuole la dea morta.

cacciatore di teste di testa grassa

L'Invocatore ha segretamente stretto un patto con lui, promettendo il resto delle anime dei grandi draghi in modo che possa rifare la realtà, purché Terrorblade elimini Selemene. La grande svolta è che l'Invocatore era l'ex amante di Selemene, ma poiché la loro figlia malata Filomena non la adorava e non la riveriva, Selemene la lasciò morire di una malattia terminale incurabile. Da allora, l'Invocatore si è nascosto, complottando per contrattaccare. Alla fine ha avuto la possibilità quando Mirana gli ha inavvertitamente portato un ciondolo speciale collegato a Terrorblade, e Fymryn ha portato i fiori di loto. Fu lui a creare il mito su Mene secoli prima, tutto per poter avvelenare i fiori e mettere in atto questo piano.

Il finale della stagione 1 lascia Terrorblade in piedi su una Selemene ferita dopo averla picchiata, gongolando sul fatto che la maggior parte delle sue forze siano state decimate. Il procedimento passa quindi all'Invocatore su di lei, offrendole questa linea iconica: 'Tu? amore me?' che è ciò con cui scherniva la loro figlia; tutto per far sapere al suo ex lui è il dio ora, e il suo regno è caduto.

Ashley Edward Miller è showrunner e produttore esecutivo di DOTA: Sangue di Drago , con l'animazione di MIR e Ryu Ki Hyun come co-produttori esecutivi. Gli otto episodi della prima stagione sono attualmente in streaming su Netflix.

CONTINUA A LEGGERE: Yasuke di Netflix offre un primo teaser trailer sanguinoso



Scelta Del Redattore


Berserk: 10 delle peggiori cose che sono successe a Guts

Elenchi


Berserk: 10 delle peggiori cose che sono successe a Guts

Guts di Berserk non ha avuto vita facile. Queste sono le cose peggiori che gli siano mai successe.

Per Saperne Di Più
DC: 10 volte in cui Robin ha ucciso un altro personaggio, classificata da accidentale a brutale

Elenchi


DC: 10 volte in cui Robin ha ucciso un altro personaggio, classificata da accidentale a brutale

Robin potrebbe essere conosciuto come un supereroe DC, ma questo non significa che non abbia mai ucciso nessuno.

Per Saperne Di Più