La star di 'The Raid 2' Iko Uwais parla della recitazione, della coreografia di combattimento e di quella scena di rivolta

Che Film Vedere?
 

Se hai visto Il Raid: Redenzione , sai già quanto sia forte, e semplicemente instancabile, la sua stella Iko Uwais. Nell'arco di 100 minuti, l'attore indonesiano combatte probabilmente contro 100 avversari, ed è quasi altrettanto un successo che sia ancora in piedi alla fine quanto che li sconfigga.



Ma al recente press day di Los Angeles per il suo epico sequel, il regista Gareth Evans ha The Raid 2: Ladri , Uwais ha inavvertitamente rivelato quello che potrebbe essere il suo unico punto debole: le interviste. Dopo un'intera giornata di conversazioni su tutti i calci in culo che ha fatto in entrambi i film, sembrava esausto come se avesse combattuto contro quei giornalisti.



Sorprendentemente, tuttavia, Uwais si è radunato per chattare con Spinoff Online e, come abbiamo scoperto presto, è stato sorprendentemente ringiovanito dalla prospettiva di affrontare nuove domande. Con l'aiuto di un traduttore, ha approfondito gli aspetti delle riprese di Il raid 2 non aveva discusso prima, comprese le sfide che ha dovuto affrontare non come combattente o coreografo, ma come attore, e come insegnare agli attori come ricevere un pugno sia forse più importante che istruirli su come tirarne uno.

Spinoff Online: Gareth ha detto che l'inseguimento in macchina è stata per lui la cosa più difficile da realizzare in questo film. Qual è stata una sfida nuova o particolarmente difficile per te in Il raid 2 ?

Iko Uwai: Per me, la rivolta in prigione, la scena di fango, perché era scivolosa. C'era molto fango ed era difficile camminare, tanto meno combattere. C'erano 120 persone nella scena del combattimento e doveva essere sincronizzata.



cos'è una birra sculpin?

C'era un modo per imbrogliarlo per renderlo un po' più facile?


No nessuno.

Qual è l'essenza di questo personaggio e cosa è più importante per te in lui che ti permette di costruire le acrobazie e la fisicità intorno?



Avrei dovuto consultare Gareth da una scena all'altra, quindi ho preso ispirazione da lui. E ogni scena è diversa - [ognuna] ha avuto emozioni diverse.

onda gelida dei grandi laghi

C'è stata una scena in particolare che hai pensato fosse la scena più importante per il personaggio?

Questa è la prima domanda come questa posta oggi. Nessuno tra 10.000 fan l'ha chiesto, sul serio. Lo apprezzo molto: è un'ottima domanda, quella in cui ho cercato di far capire al pubblico questo personaggio. Ero un poliziotto ma dovevo entrare nel mondo della mafia e dovevo nascondere la mia identità di poliziotto [ufficiale]. Ma c'era una scena nel ristorante in cui interpretavo due persone contemporaneamente. Quando stavo premendo la faccia di quel ragazzo sulla [griglia], ero Yuda, ma poi ho anche pensato, questo non è il vero me. Dopo tutta la rabbia e tutto il resto, mi sono reso conto che in realtà non ero un uomo cattivo, ero un ufficiale di polizia, e ho cercato di interpretare quel ruolo e mostrare al pubblico in modo che capissero. Allo stesso tempo, potrei mostrare la caratterizzazione dell'essere un cattivo ragazzo, e poi uno buono - e l'area grigia nel mezzo. In realtà è stato molto difficile per me. E poi c'è stato un altro su e giù emotivo quando ho dovuto chiamare il mio capo, e poi ho dovuto chiamare anche mia moglie. Era solo uno scatto, quindi è stato molto impegnativo, perché dovevo cambiare le emozioni una dopo l'altra.

Quanto hai fatto affidamento su Gareth per il contenuto emotivo dei combattimenti – che c'era qualcosa di significativo sotto ogni sequenza?

Per i personaggi, ho chiesto consiglio a Gareth, ma per la coreografia, dipendeva da me – ero io quello coinvolto. Quindi tutto ciò che ho creato, i movimenti, erano già parte di me, quindi ero lì per la coreografia. Ma per la parte emotiva, mi sono affidato a Gareth per dirmi quale emozione doveva essere giocata.

Come coreografo e performer, dove traccia il confine tra fare qualcosa di realistico e qualcosa che sembra semplicemente fantastico davanti alla telecamera?

È una buona domanda, di nuovo (ride). Ma ho dovuto coinvolgere ciò che è buono davanti alla telecamera, perché un pugno corto sembrerà debole, ma uno swing lungo, anche se in realtà è più debole, sembra più forte sulla telecamera. Quindi ho dovuto pensarci e incorporare quei movimenti, movimenti molto più grandi, in modo che potessero essere catturati meglio dalla fotocamera. Anche se in realtà è il contrario. Ma ora posso leggere la mente di Gareth: lui sa cosa posso creare, ma so anche cosa vuole. E Gareth sa già come saranno le mie mosse, così può creare gli angoli che lo catturerebbero, così possiamo lavorare insieme molto bene. E so che a Gareth piacciono quelli che implicano molta elasticità, quindi li creo.

Il film valuta accuratamente l'abilità dei tuoi avversari? Se dovessi affrontare persone con queste abilità nella vita reale, sarebbero dure come sembrano nei film?

È più difficile nel film che nella realtà. In realtà, è meglio per noi, perché anche se abbiamo combattuto contro persone allo stesso livello, la possibilità di vincere è probabilmente migliore perché nella telecamera, dobbiamo eseguire le mosse in [un certo modo].

Quali vantaggi e svantaggi ci sono nell'addestrare gli attori a combattere rispetto all'addestrare i combattenti ad agire?

quanti anni ha goku in super

Ci sono molti insegnanti di arti marziali e molte scuole, e le persone affermano che sono molto bravi, ma mi chiedevo se avessero mai combattuto prima. Perché se imparassero ma non fossero mai veramente coinvolti in un combattimento, non avrebbero i riflessi o non sarebbero in grado di reagire in modo naturale, quindi quando sono coinvolti nel film, non sarebbero in grado di creare le mosse che sono più realistico. Se sono stati coinvolti in un vero combattimento, allora sanno come muoversi, come schivare, da diverse angolazioni e modi diversi. E sanno anche come ci si sente ad essere presi a pugni o colpiti, quindi sanno come reagire. E questo creerebbe una coreografia più realistica. Nessuno, nemmeno in Indonesia, ha sollevato queste domande prima – davvero bene.

ciambelle voodoo birra

Cosa richiede da te come coreografo? Devi abituarli a prendere un pugno o puoi semplicemente addestrarli a fare i movimenti?

Se non hanno la reazione giusta quando vengono presi a pugni o cercano di minimizzare, la telecamera non lo cattura [drammaticamente]. Quindi se venissi colpito allo stomaco, è come reagirei. Colpito in faccia, come reagirei. Come cadere quando qualcuno ti prende a calci, ho pensato a tutte le risposte a quei colpi. È molto importante sapere come cadi, in modo da non farti male.

In definitiva, qual è la sfida più grande con questi film? È la coreografia dei combattimenti? Prestare attenzione al tuo personaggio? Cos'è che se hai ragione, tutto il resto va a posto?

La cosa più impegnativa è creare una coreografia diversa dal primo film e dal terzo. Ogni film è diverso, quindi è difficile fare mosse diverse che non siano monotone o ripetitive.

Quando puoi sapere cosa dovrai fare per il terzo film, quando sei nel mezzo di quello precedente?

Dipende dalla storia. Se Gareth vuole qualcosa di più aggressivo del secondo, allora è quello che creerò io, in linea con la storia.

The Raid 2: Berandal sta giocando in alcune città.



Scelta Del Redattore


Birra Moretti

Aliquote


Birra Moretti

Birra Moretti a Pale Lager - International / Premium beer by Heineken Italia (Heineken), a brewery in Milano,

Per Saperne Di Più
15 morti che contavano per Buffy l'ammazzavampiri

Elenchi


15 morti che contavano per Buffy l'ammazzavampiri

Joss Whedon sa come colpirci con la morte di personaggi amati. Ecco le morti che hanno avuto più importanza in Buffy The Vampire Slayer.

Per Saperne Di Più