Brie Larson di Captain Marvel afferma che Skull Island 'va contro le convenzioni'

Dopo aver vinto un Oscar, Brie Larson è esplosa alla grande. Così grande, infatti, che condivide lo schermo con il più grande – letteralmente – di tutti: King Kong.

madre terra librooo

Prima di fare il suo imminente ingresso nel mondo widescreen dei supereroi Marvel come Capitan Marvel, Larson sta ampliando il suo gioco da lavori straordinari in film acclamati ma su piccola scala a un successone completo con ambizioni cinematografiche in franchising sotto forma di Kong: Skull Island. Ma il suo personaggio è ancora piuttosto realistico, un coraggioso fotografo di guerra dell'era del Vietnam che accompagna una spedizione militare clandestina nei luoghi primordiali del gorilla gigante.



E non si tratta di stipendi più alti o di un profilo più alto, come ha spiegato l'attrice in una tavola rotonda a cui ha partecipato CBR. No, quello che vuole davvero è fare domande ancora più grandi sul mondo che la circonda.

Su ciò che la interessava nell'avventurarsi nel cinema su larga scala dopo il suo successo in film più intimi:

Briè Larson: Sono sempre stato molto esigente riguardo ai film che faccio, perché penso che siano un'incredibile opportunità per sollevare domande. E alcuni dei miei film preferiti che fanno sorgere domande sono in realtà i film più grandi, perché hai delle belle immagini in superficie e questo schermo che è più grande di te e un incredibile sound design e occhiali 3D, e blah, blah, blah, ma quando ti allontani da esso, ti colpisce come qualcosa di più profondo.



È un modo fantastico e divertente per far rimbalzare alcuni di questi grandi concetti nella nostra testa. Non voglio davvero essere una grande persona famosa, quindi c'è un compromesso per fare un grande film come questo, e significa meno privacy. E rinunci a qualcosa ogni volta che fai un altro film, quindi mi interrogo davvero ogni volta che lo faccio, e dico, beh, qual è il compromesso?

E per me, con questo, sta portando quel messaggio di Abbiamo davvero bisogno di controllare e dominare tutto ciò che ci circonda, o possiamo lasciare che le cose siano? Possiamo amare qualcosa dandogli spazio per crescere? Ed è proprio per questo che ho fatto questo film.

Mettendo da parte la bellezza e l'elemento bestiale per questo film di Kong:



Penso che il film vada contro le convenzioni in molti modi. Hai gli archetipi abbastanza normali che hai visto nei film di Kong prima, ma allo stesso tempo hai dinamiche più complicate, come quella che ho con Tom nel film dove non è una storia d'amore tradizionale. Sono due persone che si prendono cura l'una dell'altra e si metterebbero di fronte a un proiettile per l'altra, ma non è perché c'è qualcosa di più di una profonda connessione umana. E Mason è anche qualcuno che, nei film più grandi e anche con film più piccoli, non credo che abbiamo visto prima.

Sulla sua familiarità con la tradizione di Kong e il suo desiderio di aggiungere qualcosa di fresco al concetto:

Beh, i film, li conosco da tutta la vita. Sono stranamente cresciuto con il poster originale di Kong: era nel nostro soggiorno! Quindi, ci ero stato intorno, ma poi quando è arrivato questo film, non è che sono tornato indietro e ho guardato allora e ho cercato di studiarli, perché ero preoccupato che avrei fatto qualcosa di influenzato da loro.

Stavo per fare qualcosa, perché avevo visto il film, o perché volevo fare qualcosa contro ciò che avevo visto in quei film, e penso che la cosa bella di questo film sia che è diverso.

Sul bilanciamento delle opportunità di carriera di alto profilo con il suo desiderio intrinseco di non essere particolarmente famoso:

il papà americano è meglio del ragazzo di famiglia?

Essere un introverso e amare la privacy, e poiché per me essere un attore non è stato facile, ero costantemente sul punto di essere completamente al verde e avevo bisogno di tornare a vivere con i miei genitori, fino a quando non è uscito Room. Penso che la gente pensi che ho avuto questa carriera molto consistente e redditizia, ma sono stato pagato come $ 800,00 per Short Term Twelve, e poi ho passato un anno a promuoverlo.

Non è un settore glamour. È davvero difficile e ti viene sempre detto che non sei questo, o non sei quello, sei troppo di questo. E quindi devi trovare un centro, e io ho passato molto tempo a farmi buttare giù e poi a riprendermi, dicendo, perché lo sto facendo? Perché mi sto riprendendo per tornare là fuori e farlo di nuovo? E penso che dovevo andare naturalmente a, Questo è più grande di me. Questo non riguarda me stesso. E voglio servire queste storie, e voglio servire questi personaggi. E voglio più consapevolezza e umanità nel mondo. E non voglio che questo riguardi me.

è molson canadese buono?

Quindi, quando affronto un personaggio, è un sacrificio. C'è qualcosa a cui rinunci ogni volta, quindi voglio interpretare personaggi e voglio rimanere misterioso. Una volta che sai troppo su di me, non sarà così divertente guardarmi interpretare i personaggi. Sarò solo io con una maschera, invece di credere a cosa sia la maschera.

Non sono famoso e non ho avuto alcun problema con questo. Ero un po' nervoso nel dirigere il mio primo film e fare i sopralluoghi in cui giro per Los Angeles tutto il giorno, e non avevo una persona, non un problema, quindi mi sento davvero fortunato che in questo momento, non ho motivo di credo che la mia vita sia diversa da come era.

Su come l'ha influenzata vincere un Academy Award per Room:

Nella mia carriera, penso che abbia decisamente cambiato la percezione. Ne ho parlato con Jen Lawrence, e lei mi ha detto, è un po' la nostra versione di come ottenere un dottorato di ricerca. E io ero tipo, oh, questo è un ottimo modo per dirlo. In questo modo, non sembra così definitivo. Non è una cosa che devi tenere il passo. È come una cosa che hai, ed è come il dottorato alla fine del tuo nome e vai avanti, e basta.

Cambia alcune cose, immagino, nella carriera, ma mi chiedo ancora se sono un bravo attore. Mi sveglio ancora la mattina e dico, sono la persona migliore che posso essere? Sto facendo il meglio che posso nel mondo in questo momento? Non lo guardo mai. Non è che lo guardo e dico, Bene, ora va tutto bene! Ora ho finito per il resto della mia vita!

Sull'essere stato portato avanti e indietro dai luoghi lontani di Skull Island a Hollywood per le cerimonie di premiazione durante la marcia verso gli Oscar:

Penso che la cosa più vicina che posso provare a descrivere è come quel momento in Cenerentola in cui è in abito, ma sta scappando, e sta lentamente cadendo e la carrozza si trasforma in una zucca. È un po' come ci si sentiva. Dove trascorrevo la mia settimana [sul set], la mia intera routine di prepararmi era: non lavarmi i capelli, mettere la terra sotto le unghie e farmi coprire di tagli e lividi.

Poi, quando tornavo per il fine settimana, era come farmi una manicure per togliere tutto lo sporco che c'è sotto le mie unghie e pulire i resti di finta, incrostata di sangue e cercare di schiacciare i miei piedi nei talloni dove... Ho indossato stivali e ho corso e rotolato nella terra.

Quindi l'ho adorato, perché trovo essere nella sporcizia e correre in giro molto più naturale per me rispetto all'altro lato. Quindi mi sembrava di avere qualcosa di molto radicato, nella natura, nella giungla durante la settimana e poi avresti questi strani abbandoni in quest'altro mondo. E ora sono ai SAG Awards. Non sono mai stato qui prima, e whoa, le luci sono davvero brillanti.

elenco di un pezzo di frutti del diavolo

Su ciò che le piace dell'entrare in universi cinematografici condivisi, come interpretare Captain Marvel nel Marvel Cinematic Universe e la possibilità di film di mostri giganti più interconnessi.

Ho sempre amato la mitologia fin da quando ero un bambino, e la mitologia greca era come – ricordo di aver imparato a riguardo in quarta elementare, e anche in Egitto; quelli erano i due che ho imparato quando ero molto giovane, e mi hanno colpito. Pensavo solo che fossero così interessanti e belli.

Mi piace il fatto che questi personaggi assumano un volto che è un'allegoria e non si tratta di essere specifici. Non stiamo parlando così tanto di questo mondo, e non si tratta di un paese contro un altro. Riguarda -- abbiamo a che fare con i pianeti e abbiamo a che fare con un insieme completamente diverso di termini e parole. Quindi penso che diventi un posto sicuro per le persone per sollevare determinate domande, perché non si tratta di mettere qualcuno l'uno contro l'altro nel mondo reale. É sicuro.

Debuttando nelle sale il 10 marzo, Kong: Skull Island è una produzione di Legendary Pictures diretta da Jordan Vogt-Roberts e interpretata da Brie Larson, Tom Hiddleston, Samuel L. Jackson, John Goodman e Jing Tian.



Scelta Del Redattore


Dragon Ball Super si trasforma completamente nell'ultimo episodio

Esclusive Cbr


Dragon Ball Super si trasforma completamente nell'ultimo episodio

Il Torneo del Potere continua in Dragon Ball Super, con i combattenti sopravvissuti dell'Universo 3 che impiegano robot in stile Combiner.

Per Saperne Di Più
Conjuring 3: i Warren affrontano un tipo di pericolo completamente nuovo

Film


Conjuring 3: i Warren affrontano un tipo di pericolo completamente nuovo

Nuove foto di The Conjuring: The Devil Made Me Do It mettono Ed (Patrick Wilson) e Lorraine Warren (Vera Farmiga) contro un diverso tipo di pericolo.

Per Saperne Di Più