La città incantata: 10 misteriosi folklori giapponesi che hanno ispirato l'anime

Questo anime vincitore dell'Oscar ha creato ondate a livello internazionale, e giustamente. Il film, che è stato fortemente ispirato dal folklore giapponese, dalla mitologia e dalle leggende shinto-buddiste, ha avuto molto da offrire al pubblico occidentale che è stato esposto a tali concetti per la prima volta.

Dal simbolismo dello stabilimento balneare al commento di Miyazaki sui valori culturali in declino del Giappone, ecco 10 folklore giapponese che ha ispirato questo classico.



10Il concetto di Kamikakushi

Kamikakushi significa letteralmente nascosto da Kami e questa è una credenza tra i giapponesi che ogni volta che un dio è arrabbiato con gli umani, porta via una persona dal mondo umano. La misteriosa scomparsa o morte delle persone è un tema che si ritrova abbondantemente nel folklore giapponese. Un primo esempio di questo sarebbe lo Yokai Kappa, che rapisce i bambini che risiedono vicino ai fiumi e poi li mangiano interi.

Questo tema è rilevante anche nella società moderna (come mostrato nell'anime), dove i bambini vengono rapiti e mai più visti, è diventato una realtà più che mai.

ogni zio jacob

9Ubasute

Questa è un'altra nozione giapponese, anche se molto sessista, secondo cui le donne anziane che non erano in grado di badare a se stesse venivano portate in posti lontani e lasciate lì. Perché? Semplicemente perché consumavano importanti razioni di cibo che era meglio spendere per i membri più sani della famiglia.



Ubasute, letteralmente significa abbandonare le donne anziane, e, ancora oggi, il Giappone ha una montagna chiamata Ubasute-yama. Questo è un triste residuo della sua storia culturale. La sua connessione con il film è spiegata nel punto successivo.

8Yubaba la strega

Yubaba è in realtà l'interpretazione di Miyazaki della montagna Yama-uba, dove le streghe avevano fatto le loro case. Queste streghe erano donne abbandonate dalle loro famiglie o accusate di aver commesso gravi crimini. Con il passare del tempo, si diceva che queste donne sviluppassero corna e denti aguzzi e diventassero streghe malvagie.

CORRELATO: Miglior Anime di Studio Ghibli (classificato da MyAnimeList)



Yubaba che porta via il nome delle persone è un'indicazione della sua capacità di praticare la magia oscura, così come la sua capacità di trasformarsi in un uccello mostruoso.

7Il cambio di nome di Chihiro . da parte di Yubaba

Non appena Chihiro stipula un contratto di lavoro con Yubaba, il suo nome viene portato via. La strega esce con un contratto di lavoro, che la bambina firma. Non appena lo fa, il suo nome Chihiro viene portato via e le viene dato un nuovo nome: Sen, che è scritto in modo interessante in cinese. Quel nome significa mille».

siluro sierra nevada

Questo atto è il simbolo della storia del Giappone di come trattava le sue prostitute, come donne senza nome la cui unica funzione era quella di dare piacere ai loro clienti maschi (rappresentati dalle divinità maschili che visitavano lo stabilimento balneare).

6Nessun volto e il concetto di Makoto

Lo spirito più interessante del film è stato senza dubbio No Face, che i fan hanno teorizzato non è uno spirito specifico, ma una sommatoria di tutti loro. Si nasconde dietro una maschera di pathos e può essere sia buono che cattivo, a seconda delle circostanze.

Consuma i desideri degli altri ma è per sempre solo. Grazie alla fede di Miyazaki nel concetto di Makoto (che ha un cuore sincero), a No Face viene fornita la redenzione e persino un nuovo amico trovato nel piccolo Chihiro.

5Boh è ispirato da Kintaro

Boh, il gigantesco figlio di Yubaba, è stato ispirato dall'eroe popolare giapponese Kintaro. Viene descritto come allevato da una madre strega sul monte Ashigara, e la sua popolarità è tale che ancora oggi le bambole Kintaro vengono utilizzate nel giorno del ragazzo giapponese, pregandolo di fornire ai loro figli la stessa forza della sua.

CORRELATO: 10 migliori anime dello Studio Ghibli (secondo IMDb)

Si dice che Sakata Kintoki sia stata l'ispirazione della vita reale dietro l'eroe popolare Kintato, che probabilmente aveva la sua casa a Kanagawa.

4Oshira sama, Lo spirito del ravanello

Lo spirito di ravanello antropomorfo e sovradimensionato nell'anime non è una versione esatta di nessuno spirito esistente. In realtà è stato ispirato dalle bambole Oshira-sama, che sono una parte profondamente radicata del folklore giapponese. Queste bambole vengono sempre in coppia: una ha la forma di un cavallo e l'altra ha la forma di una donna. Sono ispirati alla leggenda di Tamaya-Gozen e sono oggi considerati uno spirito agricolo a Tohoku (la metà settentrionale dell'Honshu).

Lo spirito che sembrava un ravanello non era altro che un tocco di creatività alla fine di Miyazaki.

maiale cieco fiume russo

3Mizuchi il drago

Haku è un drago d'acqua noto come Mizuchi. Contrariamente a come è stato ritratto nell'anime, le origini dei draghi d'acqua sono molto più spaventose. Una leggenda risalendo a sette secoli fa in Giappone chiama mizuchi un serpente simile al drago che era di natura velenosa.

CORRELATO: La città incantata: quale personaggio sei basato sul tuo tipo Myers-Briggs?

Ha terrorizzato gli umani fino a quando un coraggioso guerriero di nome Agatamori lo ha sconfitto.

DueShikigami ovvero gli uccelli di carta Paper

Uno sciame di uccelli di carta che ti insegue è spaventoso di per sé, a causa di tutti i tagli di carta che possono darti. Scherzi a parte, questi uccelli nell'anime erano spiriti che prendevano semplicemente la forma di uccelli di carta. Si chiamano Shikigami e tradizionalmente parlando, il folklore giapponese li fa non fare molto se non sedersi e, a volte, fissare le persone con facce senza occhi.

È interessante notare che le storie su Shikigami hanno avuto origine da un'antica forma di magia giapponese chiamata Onmyodo. Le persone che lo praticavano si chiamavano Onmyoji e si diceva che avessero potere sugli spiriti Shikigami.

1Lo spirito del fiume senza nome

Lo spirito del fiume viene inizialmente mostrato come uno spirito sporco e puzzolente che tutti evitavano così tanto che non ricordavano nemmeno chi fosse. Fu solo dopo che Chihiro lo ripulì, che la gente si rese conto della sua vera natura.

Lo spirito dell'acqua giapponese è chiamato kappa e ha una forma umanoide di colore verde. Di solito vengono mostrati come piantagrane, ma Miyazaki ha dato una svolta al suo film sulla rappresentazione degli spiriti dell'acqua e ha anche fatto un eccellente commento su come l'inquinamento umano sta colpendo tutti in natura.

PROSSIMO: La città incantata: 10 cose che non sapevi sul capolavoro dello Studio Ghibli



Scelta Del Redattore


Il remake di una fuga da New York è in lavorazione

Film


Il remake di una fuga da New York è in lavorazione

Ho visto che il co-creatore Leigh Whannell ha firmato per scrivere il remake del classico di John Carpenter Escape From New York.

Per Saperne Di Più
Sake Ozeki (campione) Karatamba (onda secca)

Aliquote


Sake Ozeki (campione) Karatamba (onda secca)

Ozeki (Champion) Karatamba (Dry Wave) Sake a Saké - Birra Honjozo di Ozeki Co. (Giappone), un birrificio a Nishinomiya, nella prefettura di HYOGO,

Per Saperne Di Più