Anche dopo l'accordo con Sony, UN film MCU non sarà disponibile su Disney+

Che Film Vedere?
 

Buone notizie sono arrivate il 21 aprile per i fan della Marvel con un nuovo accordo per portare Sony's Uomo Ragno film su Disney+. L'accordo di vasta portata copre non solo il servizio di streaming premium della Disney, ma anche i punti vendita Disney ausiliari come Hulu e ABC. Presumibilmente include anche le precedenti incarnazioni di Spider-Man di Sony, con Tobey Maguire e Andrew Garfield, così come le voci di Tom Holland nel Marvel Cinematic Universe, anche se i dettagli precisi sono imminenti. Ciò lascia comunque un importante film MCU fuori dalla piattaforma: 2008's L'incredibile Hulk .



A differenza della DC, che Warner Bros possiede da decenni, i supereroi della Marvel sono stati divisi tra gli studi rivali per molto tempo. La società ha venduto i diritti dei singoli personaggi in modo frammentario, soprattutto durante gli anni '90, quando le finanze dell'azienda erano in difficoltà. L'acquisto della Marvel da parte della Disney e il successivo sviluppo dell'MCU sono serviti come un progetto di recupero de facto: in particolare con un precedente accordo di Sony per includere Spidey nell'MCU e completato dall'acquisto di Fox, che ha concesso loro i diritti sull'X. -Uomini, Fantastici Quattro e altre figure chiave della Marvel.



L'Incredibile Hulk, tuttavia, è rimasto fuori da questi colossali accordi, che i fan potrebbero trovare strani. Dopotutto, Bruce Banner di Mark Ruffalo è stato una parte fondamentale dell'MCU, a partire dal 2012 I Vendicatori e che comprende sette presenze totali e il conteggio. Ma i principali diritti di proprietà intellettuale di Hulk appartengono ancora alla Universal e, al momento della stesura di questo documento, ciò causa alcuni importanti impedimenti per portare la sua precedente apparizione sullo schermo su Disney+.

Hulk , l'ambizioso ma imperfetto film del 2004 di Ang Lee, precede l'MCU di quattro anni. L'incredibile Hulk era un riavvio e formalmente faceva parte dell'MCU dalla sua uscita. In effetti, è stato solo il secondo film MCU ad arrivare sugli schermi, poche settimane dopo l'originale Uomo di ferro , con tanto di scena post-crediti con Tony Stark. Ma quel film ha sofferto di difficoltà di produzione molto pubbliche, con la conseguente partenza di Edward Norton dal ruolo e Ruffalo che ha preso il suo posto.

CORRELATO: Teoria di Spider-Man 3: Doc Ock sarà Zemo di No Way Home



birra delirio abv

L'incredibile Hulk è inestricabilmente nell'MCU. Banner si riferisce alla resa dei conti finale ad Harlem quando parla con Black Widow in I Vendicatori e l'Abominio dovrebbe apparire nel prossimo She-Hulk serie su Disney+. Eppure la sua prima apparizione nella saga e il cambio di stella lo rendono meno prominente del Uomo Ragno film, e la sua assenza è meno sentita. Le ragioni sono segrete, ovviamente – Universal non è obbligata a rivelare i suoi piani per le sue proprietà a nessuno – ma probabilmente hanno a che fare con la leva fornita dal possesso dei diritti sul personaggio.

Altri partecipanti allo studio nelle trattative bizantine della Marvel avevano meno opzioni di loro. La Paramount, ad esempio, aveva un contratto di sei film con la Marvel, di cui solo due erano rimasti quando la Disney ha acquisito la società di fumetti. Ciò ha reso più facile per loro dividere la torta rimanente con i nuovi proprietari e andare avanti. La Universal non ha una tale data limite: il loro diritto a Hulk teoricamente si estende per sempre, fornendo loro uno strumento di contrattazione che ad altri studi mancava.

Se ci fosse stato più di un film di Hulk sul tavolo, potrebbe indurre le due società a negoziare in modo più aggressivo. Ma con Ruffalo comodamente sistemato nell'MCU e senza la cache più grande che Sony porta con Spider-Man, le circostanze sono andate via. L'incredibile Hulk fuori al freddo. Ciò potrebbe cambiare, ovviamente, e la Disney ha realizzato la sua parte di affari sorprendenti in passato. Ironia della sorte, lo status di Hulk come protagonista solitario potrebbe tenerlo lontano da Disney+ per un po': con così tanti altri eroi da sviluppare, la Disney potrebbe non considerare l'ultimo film mancante degno dello sforzo necessario per portarlo a casa.



CONTINUA A LEGGERE: Disney erediterà i film di Sony dopo l'esclusività di Netflix



Scelta Del Redattore


Dov'è la rappresentazione autistica di Anime?

Notizie Sugli Anime


Dov'è la rappresentazione autistica di Anime?

Il disturbo dello spettro autistico non ha molta rappresentazione canonica negli anime, ma molti personaggi mostrano tratti autistici notevoli.

Per Saperne Di Più
The Big Bang Theory: Amy una volta ha cercato di entrare in QUESTO fumetto DC

Tv


The Big Bang Theory: Amy una volta ha cercato di entrare in QUESTO fumetto DC

Nella stagione 11 di The Big Bang Theory, nel tentativo di avvicinarsi a Sheldon, Amy Farrah Fowler ha tentato di diventare una fan DC.

Per Saperne Di Più