Un sequel di Evil Within 2 potrebbe spiegare cosa è successo a QUESTI personaggi

Nel 2014, Tango Gameworks ha pubblicato il suo primo titolo, Il male dentro . Il gioco horror strabiliante di Shinji Mikami ha destreggiato molte trame diverse, alcune delle quali sono rimaste irrisolte alla conclusione della storia. Il seguito del 2017 Il male dentro 2 ha affrontato alcuni di quei thread persistenti, ma ne ha lasciati soli altri.

Con Microsoft che ha recentemente acquisito la società madre di Tango Bethesda e ha ripetutamente riconosciuto repeatedly Il male dentro attraverso il marketing e la recente uscita del titolo originale su Game Pass, sembra possibile una terza entrata. Ecco alcuni thread di trama penzolanti e Male dentro 3 dovrebbe affrontare.



Storia e destino di Joseph Oda

Il primo gioco era incentrato su un trio di Krimson P.D. detective, Sebastian Castellanos, Juli Kidman e Joseph Oda. I tre sono separati nel mondo contorto di STEM per la maggior parte della trama, incontrandosi solo una manciata di volte. Joseph in particolare assiste Sebastian in diverse occasioni. Quando le vere intenzioni di Kidman diventano evidenti, uno scontro finale tra i tre si conclude con Kidman che spara accidentalmente a Joseph, che crolla mentre Sebastian viene trasportato con la forza lontano dall'area.

Joseph non viene più visto in quel gioco e il suo destino non viene affrontato. Tuttavia, mentre molti presumevano che fosse morto, il secondo DLC, La conseguenza , rivela la verità. In esso, Kidman incontra i corpi di ogni persona collegata a STEM; Sebastian, Juli e Joseph hanno ancora il battito cardiaco, mentre i morti confermati Jimenez e Connely no. Alla fine, Joseph viene portato via dagli agenti di MOBIUS. Kidman conferma la sua sopravvivenza in Il male dentro 2 , ma non fornisce ulteriori informazioni.

Il fatto che questo sia stato sollevato sembra indicare che la sua storia doveva continuare ad un certo punto. Inoltre, molte delle sue esperienze all'interno di STEM non sono mai state elaborate e la sua attuale ubicazione è completamente sconosciuta. Un terzo gioco dovrebbe concentrarsi su Joseph, magari anche rendendolo protagonista e presentando flashback del suo tempo all'interno dello STEM originale. Dato che la storia di Sebastian è finita, c'è spazio perché ciò accada: potrebbe anche essere preferibile all'introduzione di un protagonista completamente nuovo.



RELAZIONATO: Resident Evil Village: la storia dei mercenari

Cosa è successo a Ruvik?

Ruben Victoriano, alias Ruvik, è il creatore di STEM e il principale antagonista del primo gioco. L'uomo squilibrato ha creato STEM dopo anni di esperimenti disumani sulla psiche umana, lavorando al fianco di MOBIUS prima di essere tradito da loro e utilizzato come fulcro del sistema. Il male dentro ha esplorato il carattere e la storia di Ruvik, spiegando che intendeva dominare la coscienza del paziente del Beacon Mental Hospital Leslie Withers e infine sfuggire allo STEM all'interno del suo corpo. L'atto finale fa finalmente ottenere a Ruvik Leslie, liquefando il suo corpo prima di trasformarsi in una mostruosità colossale noto come Amalgam per fungere da boss finale. Sebastian alla fine sconfigge Ruvik e torna alla realtà.

Mentre Sebastian lascia Beacon, vede quello che sembra essere Leslie camminare minacciosamente in lontananza, implicando pesantemente che Ruvik non solo è sopravvissuto, ma è anche riuscito nella sua missione di sfuggire allo STEM. Tuttavia, a differenza di Joseph, il destino di Ruvik non è stato menzionato in Il male dentro 2 . Mentre è possibile che Sebastian avesse le allucinazioni, sembra più probabile che Ruvik sia davvero fuggito. I fan sono rimasti delusi dalla sua assenza nel sequel e una risposta definitiva alla domanda sul suo destino sarebbe stata imperativa in un terzo gioco.



RELAZIONATO: Perché non abbiamo sentito di più su The Elder Scrolls VI?

Il male dentro 2 La scena post-crediti contiene una sfacciata presa in giro per una terza voce. Dopo che Sebastian è fuggito dallo STEM con sua figlia Lily e MOBIUS è stato distrutto da Kidman e Myra, Sebastian guida verso il tramonto con sua figlia e Juli è lasciata a contemplare la sua ritrovata libertà. Dopo questo, tuttavia, il gioco torna ai laboratori MOBIUS, dove un terminale si riattiva e STEM sembra essere riavviato.

Questa scena solleva la questione di chi abbia esattamente riavviato lo STEM. Myra ha ucciso tutti gli agenti MOBIUS attraverso i chip impiantati nei loro cervelli e pochi altri personaggi avrebbero avuto le conoscenze e le competenze necessarie per riuscire a far funzionare i sistemi. Anche se potrebbe essere un nuovo personaggio che non è stato ancora visto, un'opzione è Ruvik stesso. Se davvero ora abita il corpo di Leslie nel mondo reale, è uno dei pochi individui che potrebbero usare lo STEM. Un terzo gioco richiederebbe ovviamente che STEM esista ancora, quindi questa scena prepara il terreno per il prossimo atto di Il male dentro la storia.

Non è chiaro se un potenziale sequel di Il male dentro 2 seguirebbe la natura del mondo semi-aperto dei giochi o ritornerebbe alla progressione di livello lineare dell'originale. Tuttavia, fintanto che risponde alle domande a cui i fan hanno chiesto a gran voce una risposta, sarebbe probabilmente ben accolto. I fan vogliono davvero saperne di più su Joesph e Ruvik, due personaggi i cui destini finali sono stati lasciati in discussione, una Microsoft farebbe bene a dare il via libera a un sequel che fornisce risposte.

CONTINUA A LEGGERE: Dead by Daylight: cinque mostri di Resident Evil che farebbero dei killer PERFETTI



Scelta Del Redattore


Le 20 cose più strane sulla relazione tra Rogue e Gambit di cui nessuno parla

Elenchi


Le 20 cose più strane sulla relazione tra Rogue e Gambit di cui nessuno parla

L'X-Couple che tutti amano non è chi pensi che siano. CBR dà un'occhiata più da vicino ad alcune delle parti più strane della relazione tra Rogue e Gambit.

Per Saperne Di Più
Polare

Aliquote


Polare

Polar a Pale Lager - Birra americana di Empresas Polar, un birrificio a Caracas,

Per Saperne Di Più